• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Alta quota, Top News

Chiuso il tentativo al Nanga Parbat: domani gli alpinisti rientrano al base

Una-foto-scattata-dal-campo-base-del-Nanga-Parbat-photo-Alex-Txikon-facebook-300x188.jpg

UPDATED (18:30 13/03) ISLAMABAD, Pakistan – Si è concluso senza vetta anche questo tentativo al Nanga Parbat. Dopo aver sbagliato via la notte scorsa, Alex Txikon, Daniele Nardi e Ali ‘Sadpara’ hanno deciso di non salire nuovamente domani mattina, e quindi di rinunciare. Domani scenderanno verso il campo base, e una volta arrivati spiegheranno meglio le ragioni della loro scelta.

L’annuncio è arrivato pochi minuti fa con un post pubblicato sulla pagina facebook di Txikon: “Dopo aver passato il pomeriggio a discutere, alla fine hanno convenuto che la decisione più responsabile è quella di rinunciare e scendere al campo base domani. Le comunicazioni via radio erano difficili, domani sapremo di più riguardo la loro decisione”.

Txikon, Nardi e Sadpara la notte scorsa avevano lasciato campo 4, a 7200 metri, per l’attacco di vetta del Nanga Parbat. La salita non è andata però come previsto, perché i tre hanno sbagliato via. “Di notte – hanno scritto sempre sulla pagina facebook dell’alpinista basco -, al buio, abbiamo superato il canale che avremmo dovuto scalare. Abbiamo fatto un traverso troppo lungo e abbiamo raggiunto un punto in cui non era possibile proseguire verso l’alto”.

Eppure le condizioni erano buone. Le previsioni, che annunciavano venti a 20 o 25 chilometri orari e temperature “accettabili”, – 35 gradi, non avevano sbagliato.

Nardi, Txikon e Sadpara sono rientrati a campo 4 con l’idea iniziale di ritentare questa notte, prima dell’arrivo del peggioramento del meteo, che incalza nel pomeriggio di domani. Qualcosa però nei loro piani è cambiato, scopriremo una volta che rientreranno al campo base perché.

I tre alpinisti avevano raggiunto quota 7200 metri giovedì pomeriggio. Ali ‘Sadpara’ e Muhammad Khan erano stati i primi a lasciare il campo 3 (6700 metri), attrezzando la via di salita verso il 4. Li avevano seguiti l’italiano e il basco, che avevano prima smontato il campo e si erano caricati sulle spalle 20, 25 chili di materiali.

Nardi, Sadpara e Txikon (photo Alex Txikon facebook)
Nardi, Sadpara e Txikon (photo Alex Txikon facebook)

Alle 16:40 erano a 40 metri alla cresta dove inizia il plateau sommitale e si allestisce il campo 4: stando al blog di Txikon, è stato a questo punto che l’iraniano Kan ha battuto la ritirata perché troppo stanco per continuare.

“Oggi è stata una giornata dura ma molto bella – aveva raccontato ieri Nardi al suo team una volta arrivato a Campo 4 -. Durante tutto il percorso di scalata il vento è stato clemente ed abbiamo potuto raggiungere Campo 4 a 7200 metri. Non era scontato che riuscissimo percorrere facilmente la via”.

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.