Cronaca

Valmalenco, tenta sucidio dal ponte

CHIESA VALMALENCO, Sondrio — Voleva togliersi la vita, gettandosi dalla vertiginosa altezza del ponte di Valdone, in Valmalenco. Ma il destino ha fermato il suo volo contro alcuni rami, che lo hanno "intercettato" provvidenzialmente e gli hanno salvato la vita.

Protagonista della vicenda un trentenne valtellinese che, in preda ad una crisi depressiva, aveva deciso di farla finita lanciandosi da uno dei ponti più alti della Valtellina, a Torre Santa Maria. Il giovane aveva parcheggiato malamente la sua auto nei pressi del ponte e poi si era gettato giù.

Dopo trenta metri di volo, però, il ragazzo si è fermato contro alcune sterpaglie che emergevano dal burrone, procurandosi solo alcune fratture. Nel frattempo, un carabiniere di passaggio ha notato la sua auto e, affacciandosi al ponte, ha notato il giovane sul fondo del precipizio.

Il soccorso alpino lo ha poi recuperato e tratto in salvo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close