News

Scosse di terremoto sull’Appennino

FIRENZE — Sette scosse di terremoto. Una sequenza che pareva non finire mai. La prima scossa alle 6.14 di stamattina, l’ultima intorno alle 10 e un quarto. Sono state ore da brividi sull’Appennino tosco-emiliano,  investito da uno sciame sismico continuo.

Tre scosse di terremoto hanno superato magnitudo 3 della scala Richter. Altre due invece si sono spinte oltre, toccando magnitudo 4.2 e mettendo in allarme la popolazione dell’intera regione.

I reisdienti hanno visto le montagne tremare più e più volte. I Comuni più vicini all’epicentro dello sciame sismico sono Firenzuola, Scarperia, Barberino del Mugello, San Piero a Sieve, Monghidoro e Castiglion dei Pepoli. La scossa più forte è stata avvertita anche a Firenze, a Bologna e in Toscana sino ad Arezzo.

Grande spavento e per ora si segnalano pochi danni. Tuttavia, in via del tutto precauzionale, stamattina sono state chiuse le scuole di Borgo San Lorenzo, Marradi, Firenzuola, San Piero a Sieve, Vicchio e Palazzuolo Sul Senio.

Due abitazioni sono state evacuate a scopo precauzionale, a Firenzuola. Qualche edificio ha subito piccole lesioni. Fra questi, il palazzo comunale di Palazzuolo sul Senio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close