• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

Notte di ricerche a 2800 metri dell’Etna, salvati 3 escursionisti

Cnsas-Sicilia-foto-archivio-Soccorso-Alpino-e-Speleologico-Sicilia-pagina-Facebook-300x200.jpg
Cnsas Sicilia (foto archivio Soccorso Alpino e Speleologico Sicilia pagina Facebook)
Cnsas Sicilia (foto archivio Soccorso Alpino e Speleologico Sicilia pagina Facebook)

LINGUAGLOSSA, Catania – Difficile intervento di soccorso questa notte sull’Etna. I tecnici della Stazione di Linguaglossa del Soccorso alpino e speleologico sono stati impegnati nella ricerca di un escursionista di cui non si avevano notizie dal pomeriggio. Le operazioni, che si sono svolte in condizioni meteo proibitive, si sono concluse questa mattina all’alba con il suo ritrovamento.

Tre escursionisti, dei ragazzi di Cagliari di età compresa tra i 23 e i 33 anni, si trovavano ieri sul lato nord dell’Etna, dove avevano montato la tenda a quota 2.800 metri, nella zona dell’Osservatorio. Secondo il comunicato del Soccorso alpino siciliano, uno dei tre era sceso verso valle nel pomeriggio, senza fare più ritorno. Intorno alle 10 della sera gli amici hanno deciso di chiamare i soccorsi, organizzati dagli uomini del Cnsas della stazione di Linguaglossa e del distaccamento di Soccorso montano del Corpo Forestale.

La nevicata in corso, la nebbia, il vento e le temperature in forte calo hanno reso complesse le operazioni che si sono concluse alle 4 di stamattina, fortunatamente con il ritrovamento dell’escursionista ed il recupero degli altri due che erano rimasti in tenda. Stando al comunicato, tutti e tre erano in buone condizioni di salute.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.