Alpinismo

Simone Moro verso il campo base

SKARDU, Pakistan — Finalmente via da Skardu. Ieri Simone Moro ha lasciato la cittadina pakistana per volare con il suo team fino al villaggio di Paju, 3.400 metri di quota. Lì il vento ha impedito il prosieguo del volo, ma ora la strada per arrivare al campo base del Broad Peak è più che dimezzata.

"Qualcosa è successo, finalmente – racconta l’alpinista bergamasco -. Non quello per cui siamo da quasi un mese in Pakistan ma è meglio di niente. Oggi siamo volati fino a Paju coprendo il 60 per cento della distanza tra Skardu ed il campo Base del Broad Peak".
 
"Il pilota non si è fidato a proseguire – continua Moro – a causa del vento forte vento che soffiava a raffiche. Con degli elicotteri più piccoli forse avremmo potuto essere già al campo base, ma abbiamo tanti bagagli e avrebbero dovuto fare più viaggi".
 
Se tutto va bene, comunque, l’elicottero dovrebbe tornare a prenderli domani per portarli fino al campo base. Se però la bufera dovesse continuare, dovranno aspettare condizioni meteo "più favorevoli".
 
"La cosa mi fa paura – commenta Moro – vista la "solerzia" del mese passato… Ma almeno qui possiamo acclimarci: siamo sotto il Paiju Peak (6.610 metri) e vicini a molte altre montagne, con le torri di Trango sullo sfondo".
 
 
 
Sara Sottocornola
 
 
Foto courtesy Simone Moro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close