Cronaca

Alpinista muore sullo Spitz Gallina

BELLUNO — Lo hanno ritrovato morto, riverso in un canalone lungo la via di discesa dalla Cima Gallina (o Spitz Gallina). E’ questo il tragico epilogo della vicenda che per due giorni ha tenuto il Bellunese con il fiato sospeso.

Franco Mezzavilla, questo il nome della vittima, aveva 45 anni ed era originario di Belluno. Da tutti era ritenuto un esperto conoscitore della montagna e frequentava abitualmente la zona della Cima Gallina (2745 metri d’altezza).
 
Alla vigilia di Capodanno il Mezzavilla aveva deciso di fare una gita da quelle parti. Era partito in mattinata e doveva rientrare nel primo pomeriggio. Ma così non è stato. Non vedendolo tornare la famiglia ha dato l’allarme.
 
I soccorritori hanno subito individuato la sua auto. Era parcheggiata in prossimità della diga della Val Gallina. Il cellulare dell’uomo suonava a vuoto. Alle luce delle fotoelettriche, il Soccorso alpino ha battuto la zona del sentiero che conduce alla Cima Gallina e le zone circostanti. Senza esito.
 
Poi, la mattina successiva, le ricerche sono riprese le ricerche con l’ausilio di un elicottero dell’Aeronautica militare partito da Linate. Alla battuta hanno partecipato le Stazioni del Soccorso alpino di Longarone, Belluno, Alpago, Pieve di Cadore, i Vigili del fuoco e le Guardie venatorie della Provincia.
 
Il malcapitato è stato ritrovato in un canalone. Stando alle prime ipotesi, Mezzavilla stava scendendo dalla cima Gallina lungo un impervio itinerario, ghiacciato e con salti di roccia. Superato un tratto attrezzato con corda metallica, sarebbe scivolato, cadendo nel vuoto e rotolando per un centinaio di metri nel canalone.
 
L’uomo è morto sul colpo. Dopo aver ottenuto il nulla-osta dal magistrato, la salma è stata spostata di una cinquantina di metri per permettere all’eliambulanza del Suem di Pieve di Cadore il recupero con un verricello di 10 metri. 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close