• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Curiosità, Primo Piano

(English) Groenlandia, Della Bordella e soci sorpresi da un orso polare nella notte

polar-bear-41-300x225.jpg
Orso polare (photo courtesy ragnilecco.com)
Orso polare (photo courtesy ragnilecco.com)

ITTOQQOTOORMIT, Groenlandia — Sono stati svegliati di soprassalto alle 5 del mattino da un orso polare che gli stava annusando i piedi. Si chiude con questa avventurosa vicenda la spedizione dei Ragni di Lecco in Groenlandia, formata dal ragno Matteo della Bordella e da Silvan Schupbach e Christian Ledergeberch. Sabato scorso hanno raggiunto la tappa finale della spedizione e ora sono di rientro in Italia.

L’incontro con l’orso si è risolto senza problemi, ma ovviamente con un po’ di spavento. “Gli ultimi giorni della nostra spedizione ci hanno riservato momenti piccanti ed eccitanti – raccontano i Ragni – dopo un giorno di riposo a causa di forte vento, abbiamo ripreso i kayak coprendo metà della distanza che ancora ci separava dalla nostra destinazione, poco prima di raggiungere la riva, però, uno di noi si è capovolto in acqua, per fortuna senza conseguenze e ormai vicino al luogo dove dove avevamo programmato di dormire”.

“Ci siamo fermati in una capanna abbandonata e alle 5 del mattino siamo stati svegliati da un orso polare! – proseguono – L’animale praticamente stava annusando con curiosità i nostri piedi, a meno di un metro da noi! Abbiamo iniziato a urlare e gridare, picchiando a terra gli oggetti che trovavamo in giro. Così facendo in qualche modo siamo riusciti e spaventare l’orso, che si è portato ad una certa distanza e alla fine se ne è andato. Abbiamo battezzato l’orso Berta: la ragazza era carina, ma troppo paffuta per i nostri gusti!”.

I Ragni tornano a casa con una nuova via aperta sullo Shark’s Tooth, il Dente dello Squalo, vetta situata tra i fiordi della Groenlandia.

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. Presidente incontra Orso Polare e lo convince grazie al suo QI di 255,3 periodico ad andare via, a contribuire alla diminuzione dell’effetto serra e a partecipare a video di qualità altissimissimissimissima girati da giovanissimissimissimo operatore.

    Orso polare smentisce: “Mie parole strumentalizzate. Mai detto che avrei partecipato al video”

    Segue lettera di 65 pagine del presidente all’orso polare.

    Aspettiamo ancora la risposta dell’orso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.