• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
News

Cadute fatali sulle montagne piemontesi, morti due scialpinisti

1024px-Wasenhorn_ascending_Monte_Leone-300x165.jpg
Punta di Terrarossa (Photo courtesy of Wikimedia Commons/Camp to Camp)
Punta di Terrarossa (Photo courtesy of Wikimedia Commons/Camp to Camp)

VARZO, Verbano-Cusio-Ossola — Nuove vittime sulle montagne del Piemonte: alle tre persone morte durante il weekend si sono aggiunti ieri due scialpinisti. Una donna italiana e un uomo francese hanno perso la vita in due distinti incidenti in Val d’Ossola e in Valle Gesso a causa di una caduta di centinaia di metri.

Il primo incidente mortale si è verificato nella mattinata di ieri a poca distanza dal Passo del Sempione, al confine con la Svizzera. Secondo quanto riportano Repubblica e altri giornali locali, un gruppo di scialpinisti stava raggiungendo la vetta di Punta di Terrarossa (3246 metri) lungo il versante italiano.

A circa 3000 metri di quota, una cornice di neve ha ceduto sotto il peso di una scialpinista che è precipitata per oltre 200 metri, finendo in un canalone. I compagni hanno dato l’allarme, ma il Soccorso Alpino non ha potuto far altro che recuperare la salma della donna.

Una caduta fatale è alla base anche dell’incidente verificatosi attorno a mezzogiorno in Valle Gesso. Secondo le ricostruzioni riportate da Ansa e giornali locali, lo scialpinista francese stava salendo lungo il versante italiano del Monte Gelàs (3143 metri). Lungo la parete nord, poco sotto la cima, l’uomo sarebbe precipitato per oltre 500 metri, morendo sul colpo.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.