• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Curiosità, Primo Piano

Everest, ora la spedizione si può pagare in bitcoin

1280px-Mount_Everest_as_seen_from_Drukair2_PLW_edit-300x201.jpg
Everest (Photo courtesy of Wikimedia Commons)
Everest (Photo courtesy of Wikimedia Commons)

KATHMANDU, Nepal — Per raggiungere il tetto del mondo si potranno utilizzare i bitcoin. Una compagnia australiana che organizza spedizioni in Nepal e sull’Everest ha annunciato nei giorni scorsi di aver aggiunto la possibilità di pagamento con la moneta elettronica che sta subentrando sempre di più nelle diverse aree del commercio globale.

Il bitcoin è stato creato nel 2009 e nel corso degli anni ha acquisito sempre più notorietà e utilizzo in tutto il mondo. Si tratta di una moneta elettronica che sfrutta un sistema di pagamento totalmente digitale. Possono essere ottenuti in cambio di altre monete quali euro o dollaro, come una qualsiasi valuta, ma anche in cambio di prodotti o servizi.

Pochi giorni fa la Mt Everest Adventures, un’azienda australiana, ha annunciato la possibilità del pagamento con i bitcoin per le proprie spedizioni in Nepal, in particolare quelle sull’Everest. Aseem Jha, amministratore delegato della società, si è detto molto soddisfatto della scelta, in particolare per le commissioni sui cambi di valuta.

Le commissioni infatti si riducono notevolmente in quanto con i bitcoin la società paga l’un percento al partner che si occupa delle transazioni e dei cambi di valuta con la moneta digitale. Prima, affidandosi alle banche, le percentuali erano superiori e si aggiungevano ulteriori tasse per il cambio della valuta in Rupie nepalesi e spese aggiuntive obbligatorie ogni mese.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.