News

Nonna-climber si perde sul tetto d’Irlanda

immagine

BELFAST, Irlanda — Brutta avventura per una "nonnina sprint" irlandese, che voleva fare l’ultima scalata della sua vita salendo in cima alla vetta più alta del suo Paese. Si è persa nei boschi ed è stata ritrovata nella notte dal soccorso alpino: sana, salva e… canterina.

La donna, 82 anni portati egregiamente, si sentiva in forma e voleva salire per l’ultima volta sul Carrantuohill (1040 metri) montagna che amava e che aveva salito già tre volte nella sua lunga vita.
 
Così si è incamminata, insieme al figlio e al nipote 16enne, sul sentiero "Devil’s Ladder", uno dei più impegnativi che salgono sul massiccio. Ma era convinta di arrivare in cima anche questa volta.
 
Durante il tragitto, però, qualcosa è andato storto. La vecchina ha perso prima i compagni e poi l’orientamento. Non riuscendo più a raccapezzarsi nè per salire nè per scendere, ha dovuto chiamare i soccorsi.
 
Gli uomini del Kerry Mountain Rescue Team l’hanno trovata dopo 12 ore. Era sana, salva e soprattutto molto allegra: sembra che la nonnina abbia persino intonato loro una canzone mentre scendevano dalla montagna.
 
Il Carrantuohill fa parte delle Macgillicuddy’s Reeks, catena che si snoda nell’angolo sudoccidentale dell’Irlanda, non lontano dalla costa atlantica. La zona è molto soggetta a piogge e forti venti.
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close