News

Dolomiti Bellunesi, chiusi i sentieri per Pala Alta

Il soccorso alpino in ricognizione a Pala Alta (Photo courtesy of Cnsas Veneto)
Il soccorso alpino in ricognizione a Pala Alta (Photo courtesy of Cnsas Veneto)

BELLUNO — Ieri, a seguito di un sopralluogo del Soccorso Alpino, il sindaco di Sedico ha disposto la chiusura dei sentieri che portano a Pala Alta a causa dell’alto rischio valanghe. Poche ore dopo il Soccorso Alpino è intervenuto per un distacco verificatosi ieri al Passo Giau, che ha portato sulla strada neve che superava i tre metri.

Il pericolo valanghe sulle Dolomiti Bellunesi si è mantenuto per tutta la settimana a 4, forte, su una scala di grado massimo 5. Il Soccorso Alpino della zona continua ad effettuare sopralluoghi, per valutare le situazioni in alcuni punti critici, e interventi dove sono già avvenuti i distacchi per estrarre eventuali vittime o escluderne la presenza.

Gli ultimi interventi sono stati effettuati solo ieri a Sedico e Selva di Cadore. Il sindaco della cittadina ai piedi del Gruppo della Schiara ha richiesto un sopralluogo del Soccorso Alpino su una delle montagne, Pala Alta di 1933 metri. Nei giorni scorsi si è infatti staccata una valanga e vi è la seria possibilità di altri distacchi. Il primo cittadino ha quindi firmato un’ordinanza comunale che vieterà l’accesso ai sentieri della montagna.

A Selva di Cadore i tecnici del Cnsas sono stati chiamati nel pomeriggio per una valanga caduta a Zonia, nei pressi del Passo di Giau. La neve si è riversata sulla strada che conduce al valico coprendone circa 70 metri, con uno spessore di oltre 3 metri. I soccorritori, coadiuvati dai vigili del fuoco, hanno bonificato la superficie escludendo la presenza di vetture o persone coinvolte. Successivamente sono giunti sul posto i mezzi di Veneto strade per lo sgombero.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close