Alpinismo

Mondinelli: prime emozioni dopo la vetta

immagine

CAMPO BASE BROAD PEAK, Pakistan — "E’ stata dura, c’era molta neve e ad aprire la traccia eravamo solo in tre". Silvio Gnaro Mondinelli, fresco re degli ottomila, dal campo base ci ha mandato in anteprima la foto della vetta e ci ha raccontato in esclusiva com’è andata la salita decisiva della sua carriera.

"L’ho trovata lunga, stavolta – confessa Mondinelli -. Volevo spaccare il mondo ma è stata dura. C’era molto vento, ma il problema più grosso è stata la neve. Tanta gente era partita per la cima, ma nessuno batteva la traccia. Davanti siamo stati sempre io e due ragazzi della televisione spagnola: se non ci fossero stati loro, sarebbe stata dura fare la vetta".
 
Per salire, ricordiamo, ci sono volute quasi tredici ore. E per scendere sei e mezza. Un totale di quasi venti ore di cammino in una giornata sferzata da forti raffiche di vento.
 
"Ma è andata bene – continua "Gnaro" -. E abbiamo fatto il quattordicesimo…" segue risata che sa di sollievo e soddisfazione insieme. E che il fuoriclasse bresciano si merita davvero tutta.
 
Mondinelli è sceso questa mattina da campo 3 fino al base insieme ai compagni. La discesa è andata liscia e veloce: per l’ora di pranzo il gruppo si era già lavato, cambiato e sistemato per il pranzo e il festaiolo brindisi.
 
Ma ora che la salita è davvero finita, la domanda è d’obbligo: come ci si sente con questo risultato in tasca? "Mi sento con 14 cime sopra gli ottomila metri! – risponde Mondinelli – A parte gli scherzi, non sono uno che si esalta. Però sono contento. Anche se non mi sembra ncora vero: hai sempre paura di sbagliare l’ultimo, paura che capiti qualcosa. Ma non avevo voglia di tornare un’altra volta qua. E ho tenuto duro fino all’ultimo".
 
E intanto l’Italia dell’alpinismo va in delirio. Un po’ come se avesse vinto i mondiali. In redazione sono piovute cascate di messaggi che nelle scorse ore hanno voluto sostenere la discesa di Mondinelli, gioire e complimentarsi con lui. Glieli abbiamo letti al telefono.
 
"Hanno ragione quelli che dicono che sono un animale! – scherza il Gnaro -. Comunque ringrazio tutti, wow… certi complimenti sono troppo forti. Un pensiero particolare a chi mi manda il sole e il mare… in questo momento ne ho proprio voglia! Un abbraccio forte a tutti".
 
E arrivederci in Italia.
 
 
 
 
Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close