• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Ambiente, Primo Piano

Etna, banca dati su grotte e cavità vulcaniche a cura di Parco e Cai

EtnaGrottadeilamponi-300x225.jpg
Grotta dei lamponi, una delle cavità vulcaniche dell'Etna (Photo courtesy of www.parks.it)
Grotta dei lamponi, una delle cavità vulcaniche dell’Etna (Photo courtesy of www.parks.it)

NICOLOSI, Catania — L’importante patrimonio speleologico dell’Etna è stato al centro di un incontro tenutosi nelle scorse settimane tra il Gruppo Grotte di Catania del Cai, sezione dell’Etna, e il Parco dell’Etna. I due enti hanno discusso di vari aspetti, in particolare sulla possibilità di creare una banca dati unica sulle cavità e le grotte vulcaniche.

Nell’ambito della manifestazione celebrativa “Ottant’anni sopra e sotto il vulcano”, nelle scorse settimane si è svolto convegno il cui tema era “Le grotte vulcaniche nel contesto dell’Etna Patrimonio dell’Unesco”. L’incontro, promosso dal Gruppo Grotte di Catania del Club Alpino Italiano, sezione dell’Etna, in collaborazione con il Parco dell’Etna, si è incentrato soprattutto sul patrimonio speleologico della montagna siciliana e sulla sua valorizzazione.

Gli interventi sono spaziati dalla tipologia dei dati che riguardano direttamente o indirettamente le grotte e il territorio Etneo, a chi produce e come i dati e le informazioni sulle cavità vulcaniche ed il territorio. É emersa poi l’ipotesi che il Parco diventi collettore di tutti i dati, tramite la costituzione di una banca dati a disposizione dei ricercatori e con vari livelli di consultazione.

Molti dei presenti hanno sostenuto positivamente la creazione di una banca dati per una corretta gestione dei dati e dell’accesso agli stessi e un potenziamento delle informazioni odierne con il contributo di speleologi, che frequentano grotte e cavità, e di ricerche specifiche sugli aspetti entomologici e zoologici. Qualcuno ha espresso però qualche riserva, poichè il libero accesso al materiale raccolto potrebbe aumentare eccessivamente la pressione antropica, ovvero l’attività umana, nelle grotte.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.