• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Ambiente

Bertolaso rischia il linciaggio in Campania

immagine

AVELLINO — Brutta avventura per il commissario straordinario della Protezione civile Guido Bertolaso, in visita sull’Appennino Campano per l’emergenza rifiuti. Al suo arrivo ad Ariano Arpino, dove doveva incontrare le autorità dal paese, é stato accolto al grido di "via, buffone" e ha rischiato il linciaggio da parte della folla inferocita per la possibile riapertura di una discarica locale.

Il "fattaccio" è accaduto stamattina. Le auto del commissario e dei suoi collaboratori, giunte in piazza Plebiscito, sono state circondate dai manifestanti che hanno scagliato calci e pugni contro i veicoli. 
 
La tensione era altissima. Bertolaso non è sceso dall’auto, mentre carabinieri e la polizia non sono intervenuti per calmare la folla. Bertolaso, sempre accompagnato dalla scorta, ha quindi deciso di ripiegare verso il commissariato di polizia locale, per poi ripartire per Roma.
 
La rivolta popolare è dovuta all’imminente riapertura di una discarica nel comune avellinese, quella di Difesa Grande, per tamponare la crisi di smaltimento dei rifiuti della Campania.
 
Intanto, sempre sul fronte rifiuti, arrivano brutte notizie anche dal Lussemburgo.Oggi la Corte di giustizia europea ha bocciato alcuni piani di gestione rifiuti italiani. Ovvero quelli di Rimini, della Regione Lazio, quelli del Friuli Venezia Giulia e persino quelli della Provincia autonoma di Bolzano per i rifiuti pericolosi.
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.