• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
News

Dal Soccorso Alpino arriva l'App per la sicurezza in montagna: ecco GeoResQ

Photo courtesy www.georesq.it
Photo courtesy www.georesq.it

MILANO — Svolta storica per l’escursionismo e il soccorso alpino. Dal lavoro di Cai e Cnsas è nata un’applicazione per smart phone che consente agli escursionisti di essere trovati e raggiunti immediatamente dai soccorsi in caso di incidenti. Si chiama “GeoResQ” e per il momento è attivo in fase sperimentale dal 1 agosto al 31 dicembre per circa 5000 soci Cai.

Il funzionamento è molto semplice e si basa sulla funzionalità Gps che offrono ormai tutti gli smartphone: si tratta di un servizio di geolocalizzazione e d’inoltro delle richieste di soccorso. Una volta attivata, l’App traccia il percorso seguito dall’escursionista, offendogli prima di tutto la possibilità di tenere in memoria le proprie camminate e magari di essere seguito dagli amici.

L’obiettivo primario è però quello di incrementare la sicurezza in montagna. In caso di incidente, il percorso tracciato andrà in aiuto del soccorso alpino, che grazie al gps potrà identificare immediatamente il luogo dove l’itinerario dell’escursionista si è interrotto e trovarlo a colpo sicuro. Questo eviterebbe i lunghi tempi delle ricerche basate su indicazioni approssimative o sulle celle dei telefoni cellulari, che a volte si rivelano purtroppo fatali.

L’utente potrà anche inviare rapidamente un allarme geolocalizzato, che arriverà direttamente alla centrale operativa del soccorso.

GeoResQ è un servizio a pagamento, che si basa su contratti annuali dal costo di 20 euro + Iva. Ai soci Cai sarà riservato uno sconto del 50%. I soci Cai che sottoscriveranno l’abbonamento in questa fase sperimentale, avranno gratuiti i mesi del 2013 con un contratto che scadrà il 31/12/2014.

Per sapere come funziona l’App, vi consigliamo di guardare il video che abbiamo pubblicato nella nostra web tv, play.montagna.tv.
Maggiori informazioni al link www.georesq.it.

Articolo precedenteArticolo successivo

9 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.