• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Ricerca

Alpi e ricerca: cooperazione tra Alto Adige, Svizzera, Austria e Slovenia

I firmatari dell'accordo: da sinistra il ministro sloveno Pikalo, il Segretario di Stato svizzero Dell'Ambrogio, il ministro austriaco Töchterle e il presidente della Provincia di Bolzano Durnwalder (Photo courtesy of www.provincia.bz.it)
I firmatari dell’accordo: da sinistra il ministro sloveno Pikalo, il Segretario di Stato svizzero Dell’Ambrogio, il ministro austriaco Töchterle e il presidente della Provincia di Bolzano Durnwalder (Photo courtesy of www.provincia.bz.it)

BOLZANO — É stato firmato venerdì 23 agosto un accordo tra Alto Adige, Svizzera, Austria e Slovenia per intensificare la cooperazione sulla ricerca scientifica tra le quattro realtà europee. L’accordo punta in particolare a migliorare gli studi congiunti e le collaborazioni sull’utilizzo sostenibile delle risorse nelle aree alpine.

Venerdì 23 agosto erano presenti il Presidente della Provincia di Bolzano Luis Durnwalder, il Ministro della ricerca scientifica dell’Austria Karlheinz Töchterle, il Ministro della ricerca scientifica della Slovenia Jernej Pikalo e il Segretario di Stato della Confederazione svizzera Mauro Dell’Ambrogio per siglare l’accordo tra i rispettivi Enti Alpini.

L’accordo è stato firmato per migliorare la ricerca scientifica sulle Alpi, promuovendo la collaborazione tra i vari centri di studio di Alto Adige, Svizzera, Austria e Slovenia. Studi e programmi congiunti si concentreranno in particolare sulle ricchezze della catena montuosa europea, sull’utilizzo sostenibile delle risorse presenti, quali il legname e i minerali, e la gestione a lungo termine.

Secondo il presidente Durnwalder questo accordo è “un passo importante, perchè la ricerca nei vari ambiti dello spazio vitale delle Alpi non può fermarsi ai confini. Solo grazie alla cooperazione transfrontaliera possiamo salvaguardare le Alpi, vale a dire tutelarle e gestirle in maniera sostenibile, per le future generazioni”

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.