• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

Orso in Valsassina: arnie depredate sui monti di Premana

Orso-Premana-Alveari-Photo-courtesy-lecconotizie.com_-300x224.jpg

PREMANA, Lecco — Non più solo orme. Si fanno pesanti le tracce dell’orso segnalato venerdì scorso in Alta Valsassina. Nel weekend pasquale, il plantigrado ha depredato diverse arnie di un apicoltore premanese. L’orso, che con tutta probabilità proviene dalla val Gerola, dove avrebbe trascorso il letargo, ha agito durante la notte.

Le arnie distrutte fanno parte di uno storico allevamento in località Acquaduscio. Sul posto sono arrivati, nei giorni scorsi, gli agenti della Guardia Forestale e della Polizia Provinciale di Lecco, più Elena Tironi, coordinatrice del progetto Life ARCTOS della Regione Lombardia.

“I proprietari degli alveari e comunque chi ha subito danni verrà rimborsato dalla Regione per i danni subiti – hanno detto Elena Tironi di Life Arctos e l’Assessore all’Ambiente della Provincia Carlo Signorelli -. Non vi sono allarmi particolari, ma agli allevatori soprattutto di ovini si consiglia di non lasciare gli animali liberi di notte. L’orso, probabilmente un giovane maschio, si continua a mostrare schivo e timoroso anche se è alla ricerca di cibo e rimarrà probabilmente alla medesima altitudine fino allo scioglimento delle nevi in quota”.

Le autorità fanno appello ai cittadini, perchè segnalino al numero telefonico 1515 eventuali avvistamenti dell’orso o segni del suo passaggio.

 

Links: www.lecconotizie.com

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.