Cronaca

Omicidio con giallo sui monti abruzzesi

immagine

L’AQUILA — Omicidio a sfondo passionale. E’ questa la pista seguita dagli investigatori che stanno indagando sull’assassinio di Vincenzo Ferrari, 61 anni di Sora (Frosinone)trovato morto nella notte in un bosco di Roccavivi, sulle montagne dell’Abruzzo.  

L’uomo era scomparso da venerdì pomeriggio. La polizia ha arrestato un rumeno che avrebbe già confessato, riferendo agli inquirenti di aver ucciso il pensionato per gelosia, convinto che l’uomo fosse l’amante della moglie.
 
Ad arrivare all’individuazione dell’assassino sono stati gli agenti del commissariato di Sora. Per ore gli uomini del commissario Giuseppe Di Franco hanno interrogato alcuni rumeni, conoscenti della vittima. Sono stati proprio loro a indirizzare gli investigatori verso la pista passionale.

 
L’arrestato, che si trova in stato di fermo nel commissariato,nella notte ha confessato l’omicidio e indicato il luogo in cui ha seppellito il cadavere. Secondo quanto trapelato, Vincenzo Ferrari è stato ucciso a colpi di badile, durante un violento litigio.
Secondo la ricostruzione della polizia, il rumeno – operaio edile residente a Sora con la famiglia – venerdì sera è tornato a casa dal lavoro e ha detto di aver trovato la moglie a letto con Vincenzo Ferrari. Infuriato lo ha ucciso e fatto sparire. Ancora incerto in luogo in cui è stato consumato il delitto.
 
La polizia ha trovato il cadavere nudo in una buca, sui monti al confine con l’Abruzzo. Gli inquirenti stanno cercando di capire se ci siano complici. Non è esclusa la presenza di un altro rumeno che avrebbe aiutato il primo a portare il cadavere sulle montagne.
 
Anche l’avvenente moglie del romeno è stata arrestata. A insospettire gli investigatori, la sua versione dei fatti che contrasta con quella del marito. La donna, infatti, avrebbe negato qualunque relazione extraconiugale con la vittima.
 
Secondo una delle ipotesi al vaglio, la coppia di rumeni avrebbe attirato che con l’inganno la vittima in un bosco per eliminarla. Ad attirare Vincenzo Ferrari è stata la donna con la scusa di volere un rapporto sessuale lontano da casa. Ma quando l’anziano ha raggiunto il posto è stato preso a colpi di bastone.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close