Alpinismo

Ama Dablam, muore alpinista spagnolo

immagine

KATHMANDU, Nepal — Pochi giorni fa aveva raggiunto la cima in invernale. E il destino ha voluto che rimanesse per sempre sulla montagna. L’alpinista spagnolo Guillermo Mateo, 47 anni, è morto precipitando per 300 metri sul ripido picco sommitale dell’Ama Dablam (6.812 metri).

Secondo quanto riportano fonti nepalesi, l’incidente è avvenuto durante la discesa, a mezz’ora dalla cima, ed è stato causato dalla rottura improvvisa di una corda.
 
Ora, alcune squadre di soccorso stanno cercando di recuperarne il corpo, finito in una zona accessibile solamente con l’elicottero.
 
Mateo, guida alpina e istruttore di alpinismo, guidava una spedizione di 14 istruttori spagnoli partita all’inizio dell’anno per effettuare alcune scalate in Nepal, tra cui il Lobuche Peak, l’Ama Dablam e forse tentare la prima salita del Tengkang Poche (6500 metri).
 
L’Ama Dablam, "gemma del Khumbu", una delle montagne più belle del mondo, negli ultimi mesi è stata protagonista di numerose tragedie letali. A partire dal seracco che ha ucciso sei alpinisti a campo 3, lo scorso ottobre, fino a quest’ultimo incidente. 
 
 
Sara Sottocornola
 
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close