Alpinismo

Simone Moro: finalmente al campo base

immagine

BROAD PEAK BASE CAMP, Pakistan — Simone Moro ha vinto il maltempo e i disguidi logistici. Ieri è riuscito finalmente a raggiungere i 5.000 metri del campo base. L’attacco invernale al Broad Peak, ormai, è solo questione di giorni.

"La neve è pochissima" scrive Moro nei suoi report. Ma le condizioni ambientali non sono delle più invitanti. La temperatura mattutina, al campo base, si aggira intorno ai 30 gradi sottozero e durante il giorno non si alza di molto. Una fitta coltre di nubi impedisce infatti al sole di  raggiungere la terra e scaldare le tende.
 
"In quota le temperatura sono molto inferiori ed il vento molto forte – racconta Moro – lo possiamo sentire fischiare perfino da quaggiù".
 
Ma l’alpinista bergamasco non si fa intimorire e sembra avere tutta l’intenzione di recuperare il tempo perduto a Skardu. "Domani mattina io e Shaheen vorremmo salire fino a campo 1 – annuncia Moro- per verificare le condizioni della montagna".
 
Il rientro è previsto in serata, per non strafare dato l’acclimatamento ancora scarso a causa del volo in elicottero per raggiungere il base, anziché i canonici 7 giorni a piedi con aumento graduale di quota.
 
Sara Sottocornola
 
Foto Simone Moro, courtesy of Canon- ExtremeHD
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close