Cronaca

Grande incendio doloso in Val di Scalve

immagine

BERGAMO — Un megaincendio di natura dolosa ha distrutto ieri 25 ettari di pascolo sulle montagne sopra Schilpario, in Val di Scalve. Il Corpo forestale dello Stato e numerosi volontari hanno impiegato sette ore per mettere la situazione sotto controllo.

"Il danno ecologico non è indifferente" ha constatato con amarezza il responsabile del nucleo di polizia ambientale e forestale di Bergamo, Rinaldo Mangili.

 
 

A destare preoccupazione il fatto che l’incendio potrebbe essere stato appiccato volontariamente: per questo è stata presentata una denuncia contro ignoti. Le fiamme sono partite dai bordi della statale che porta al passo del Vivione e si è sviluppato lungo tre focolai.

Le condizioni per la propagazione dell’incendio in quel momento erano ideali. Favorito dal vento caldo di tramontana, il rogo ha aggredito l’erba secca e dalla località Stable, salendo fino alla località Meraldo. Poi  si è diffucso alle creste del Monte dei Colli, sino a raggiungere il passo della Glaiola.

Per lo spegnimento in azione anche gli elicotteri: in località Pista di Schilpario è stata allestita una vasca di rifornimento.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close