• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Primo Piano, Ricerca

Oetzi, primo alpinista conosciuto morto in montagna?

Due scienziati esaminano Oetzi (© Archivio Ansa/Mne)
Due scienziati esaminano Oetzi (© Archivio Ansa/Mne)

INNSBRUCK, Austria — Oetzi non sarebbe stato ucciso da una freccia, ma sarebbe morto per una caduta in montagna, sulle cime del ghiacciaio del Similaun: il che farebbe di lui il primo alpinista conosciuto ad aver perso la vita in montagna. La nuova scoperta è stata fatta da un team di studiosi dell’Università di Innsbruck.

Oetzi è un mistero che continua a riservare ancora sorprese a vent’anni dal suo ritrovamento sul ghiacciaio del Similaun. La mummia dell’uomo vissuto più di 5 mila anni fa sulle Alpi sembra essere la prima vittima conosciuta di un incidente in montagna.

Secondo recenti studi dell’Università di Innsbruck, infatti, Oetzi non sarebbe morto per una freccia che lo avrebbe colpito alla spalla, ma per una caduta  sul Similaun.

La mummia sarà quindi sottoposta a nuove analisi e scansioni in modo da mappare tutte le fratture presenti sul corpo. Questo permetterà di verificare se sono compatibili a ferite dovute ad una caduta accidentale.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.