News

Alto Adige, un pedaggio sul passo dello Stelvio dal 2012

Passo dello Stelvio (Photo courtesy of www.cablomatic.com)
Passo dello Stelvio (Photo courtesy of www.cablomatic.com)

BOLZANO — É ufficiale: dal 2012 per transitare sul Passo dello Stelvio dal versante altoatesino si dovrà pagare il pedaggio. La decisione segue un progetto di tutela delle Dolomiti da parte della provincia di Bolzano, iniziato con l’introduzione del ticket sul Rombo nel 2006 e che dovrebbe proseguire con altri quattro passi del Gruppo del Sella.

Sono ormai anni che si discute sulla possibilità di introdurre un pedaggio sui Passi dolomitici assiduamente frequentati quali lo Stelvio, il Sella e il Gardena. L’unico che fino ad oggi è diventato a pagamento è stato il Rombo. Nel 2006 il passaggio sul valico che collega Italia e Austria, posto a oltre 2.500 metri di altitudine, ha introdotto infatti un ticket, che ha prodotto un incasso annuo di oltre 300 mila euro.

Durante la seduta della Giunta provinciale di Bolzano dello scorso 3 ottobre è stato deciso di aggiungere il pedaggio anche al Passo dello Stelvio. A partire dal 2012 i veicoli a motore che saliranno dalla provincia altoatesina diretti al valico posto a 2.758 metri di quota dovranno pagare un ticket. Sul versante lombardo invece, per ora nulla è cambiato, visto che spetta solo alle autorità della Regione prendere decisioni in merito.

Secondo le dichiarazioni del presidente della Provincia Luis Durnwalder, l’attuazione della decisione della Giunta seguirà l’esempio del Rombo e utilizzerà il denaro raccolto per opere di manutenzione della strada, tutela dell’ambiente ed eventuali aggiunte o migliorie riguardanti il settore turistico. Non si conosce ancora l’importo esatto delle tariffe dello Stelvio nè se saranno uguale al valico che ha fatto da apripista, anche perché bisogna considerare che per il transito tra Italia e Austria si pagano 14 euro per la sola andata – in entrambi gli Stati – e 18 euro per l’andata ed il ritorno.

Secondo quanto emerge dalle dichiarazioni dell’assessore all’Amministrazione del patrimonio e Lavori pubblici Florian Mussner al Corriere delle Alpi, il pedaggio sarebbe un possibile metodo per preservare le bellezze delle Dolomiti che dovrebbe proseguire con l’introduzione del ticket anche sui quattro passi che circondano il Gruppo del Sella: Passo Gardena, Passo Pordoi, Passo Campolongo e il Passo Sella. Le province di Trento e Belluno, su cui si trovano gli altri versanti di tre dei quattro valichi interessati, si erano in passato dimostrate scettiche sul dar vita al progetto negli scorsi anni. Spetterà alla provincia di Bolzano cercare di convincerle o decidere di agire solo sul versante altoatesino come hanno appena fatto sullo Stelvio.

Info: www.provincia.bz.it

Tags

Articoli correlati

10 Commenti

  1. il passo rombo dal 2006 ad oggi incassa 300 mila euro OGNI ANNO?
    allora dato che i soldi li usano per la manutenzione delle strada sarà di certo lastricato d’oro zecchino e coi tombini tutti tempestati di diamanti…..

  2. ottimo…si…proprio….na bella,scusate il francesismo,presa per il…
    Lo Stelvio non lo si fa molte volte in una stagione, quindi ci potrebbe anche stare, ma mettere a pagamento i 4 passi è da suicidio per le attività commerciali. I 4 passi li puoi tranquillamente fare anche per collegarti ad altre bellissime strade, quindi non sono un punto di arrivo, ma molto spesso un punto di transito.

    Boh, che facciano come vogliono …….. troverò altre belle strade da fare…c’è ne sono tante!

  3. E per percorrere via dei Fori Imperiali lo paghiamo un pedaggio? Organizziamoci anche per le piazze di Firenze ecc. Ma per piacere, finiamola con le tasse crucche, gia’ hanno l’autonomia regionale, gli vogliamo dare anche il pedaggio?

  4. Per qunato riguarda il pagamento / chiusura del Gardena guardate le beghe che già ci sono tra Gardenesi e Badioti. Personalmente sarebbe un grave intralcio alle mie vacanze visto che facendo base in val Badia poi mi sposto ad arrampicare sul pordoi, sulle Tofane ecc.

  5. …l’idea di tutelare le Dolomiti mi piace…peccato che lo Stelvio non è nelle Dolomiti…e neanche il Rombo…! Si, si, far pagare il pedaggio su Stelvio e Rombo e coi soldi tutelare le Dolomiti. Proprio una bella idea!

  6. ..ma chi ci crede all’idea di tutelare le dolomiti??..Un altro modo per svuotarci il portafoglio e togliere ai più la voglia di andare in montagna!!! ..Non se ne può proprio più!!

  7. potremmo rinunciare tutti per fue anni a certi posti e forse riusciremmo a mandare un messaggio chiaro che è ora di smetterla di succhiare soldi a sproposito, by a tutti

  8. Chi paga alla fine,purtoppo, siamo sempre noi!!!!!! E a quando la tassa sull’aria che respiriamo……………………….;-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close