• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
News

Bardonecchia, affittava chalet inesistenti via web: arrestato

Bardonecchia
Bardonecchia

BARDONECCHIA, Torino — Offriva sul web splendidi chalet nella zona di Bardonecchia, da affittare per le vacanze. Si faceva ricaricare una carta Postepay con la caparra, e poi scompariva nel nulla. La squadra E-commerce della Polizia postale di Torino ha arrestato nei giorni scorsi un 39enne torinese che da mesi truffava così vacanzieri di tutta Italia.

Secondo quanto riferito dalla stampa, il giovane proponeva, sotto falsa identità, inesistenti appartamenti e chalet su diversi siti internet, con annunci composti da foto e numero di cellulare. Gli affitti andavano da 700 a 1000 euro la settimana: una volta agganciato il cliente, si faceva versare la caparra e poi si rendeva irreperibile.

Le prime denunce di fatti simili sono arrivate alla Polizia nel gennaio scorso, dopo le vacanze di Natale. Mesi di indagini hanno fatto risalire alla persona del 39enne, già noto per reati di truffa e gioco d’azzardo. La sua abitazione è stata perquisita un paio di mesi fa: all’interno sono stati trovati documenti falsi, tessere sanitarie, carte postepay, carte di credito ricaricabili, denaro liquido e svariati cellulari e sim card. Ora, l’arresto.

Gli inquirenti hanno scoperto che per procurarsi le carte , il truffatore utilizzava i dati di un giovane torinese che, resosi conto del furto di dati, ha sporto denuncia presso la Guardia di Finanza. Per cammuffare la propria identità sul web, poi, si agganciava alla connessione wi-fi di una vicina di casa: da questi indizi si è risaliti alla sua vera identità.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.