Sport

L’uomo ragno in vetta al Messico

immagine

CITTA’ DEL MESSICO, Messico — L’uomo ragno colpisce ancora. Alain Robert, il piccolo arrampicatore francesce specializzato nelle scalate agli edifici più alti del mondo, stavolta è salito in cima al grattacielo più alto della capitale messicana.

La sua impresa, oltre a divertire, ha impressionato centinaia di passanti attratti dalla sua audacia nello scalare l’edificio in vetro e acciaio di 23 piani. "Quisquiglie" direbbe Totò, per uno che ha scalato la Torre Eiffel e le Torri Petronas. Ma, come spesso accade, in cima al palazzo ad attenderlo c’era la polizia che lo ha arrestato.

Durante la sua scalata, molti gli impiegati e i manager che si trovavano nel grattacielo del distretto finanziario di Santa Fe, sono rimasti a bocca aperta. "Stavo partecipando ad una riunione – ha raccontato un funzionario – e improvvisamente ho visto questo tipo con i capelli lunghi alla finestra. All’inizio ho pensato che si trattasse di un uomo delle pulizie, ma non aveva niente con sé. Mi ha fatto un saluto con la mano ed ha continuato ad arrampicarsi".

Nella sua strabiliante carriera Robert ha già scalato 70 vette urbane, tra cui la Torre Eiffel a Parigi, l’Empire State Building a New York, il Golden Gate di San Francisco. Per arrampicarsi sul grattacielo messicano ha impiegato 30 minuti.

Dopo l’arresto non ha battuto ciglio.."Sono stato in parecchie prigioni in tutto il mondo. Non è niente di che", ha commentato.

guarda gli altri articoli e i video di Alain Robert

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close