Alpinismo

E Maspes volerà in Patagonia

immagine

SAN MARTINO VALMASINO, Sondrio — E’ fissato per sabato 1 dicembre il volo che porterà il valtellinese Luca Maspes di nuovo in Patagonia, stavolta in compagnia di Marcello Cominetti. Due mesi di scalate in completa libertà, da scegliere e completare a piacimento dei due alpinisti.

"Non abbiamo fissato obiettivi particolari, saranno le mie vacanze di Natale" ha detto Maspes, alle prese con gli ultimi ritocchi del film della sua estate in parete sulle Alpi Centrali. Film che verrà proiettato per la prima volta venerdì a Sondrio presso l’Auditorium Torelli, nella serata che precede la sua partenza per il Sudamerica.
 
Ma ciò non significa che queste vacanze non preludano a scalate spettacolari e sorprese alpinistiche di alto livello. In Patagonia, per esempio, c’è il mostro sacro, la Nordovest del Cerro Piergiorgio, una via che Maspes punta a chiudere dal lontano 1995.
 
Potrebbe essere un obiettivo? "Sarebbe il mio quarto tentativo – dice Maspes – e, tenendo conto che l’ultimo si è concluso con una frana sulla mia testa, credo che il messaggio che la montagna mi sta lanciando sia piuttosto chiaro!"
 
Niente Piergiorgio, quindi? "Mah, comunque non si sa mai…" risponde ridendo l’alpinista. Per ora si sa che la base sarà, come al solito, il villaggio di El Chalten. E il resto, è una storia tutta da scrivere.
 
 
Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close