Curiosità

Il Re di Svezia fa fuoripista in Valle Spluga con Fabio Salini

Re Carlo Gustavo di Svezia con la guida Fabio Salini
Re Carlo Gustavo di Svezia con la guida Fabio Salini

SONDRIO —  Clienti illustri per Fabio Salini, guida alpina e alpinista ben noto ai nostri lettori. La scorsa settimana Salini ha accompagnato tra le nevi chiavennasche nientepopodimeno che ha al re Carlo Gustavo di Svezia. Il sovrano scandinavo era ospite di un amico presso una baita a Dalò, all’imbocco della Valle Spluga.

“Il Re ha dato prova di una tecnica sciistica eccellente anche dove la neve si presentava più difficile” ha detto Salini, che ha sciato con lui prima sulle piste appena fresate della Val di Lei, e poi in un fuoripista, lontano dagli impianti, reso piuttosto impegnativo dal forte vento che ha battuto la zona nei giorni precedenti il suo arrivo.
Ma come ci si rivolge ad un re, mentre lo guidi in neve fresca? “Lo chiamavo sir – dice Salini con un sorriso -, ma col mio inglese non potevamo certo ammazzarci di storie… E’ stata una bella giornata, peccato la neve brutta. Certo la presenza costante dei cinque uomini della scorta armata svedese e italiana serviva a ricordarmi che avevo accettato qualche rischio…. Ma lui era davvero un bel tipo: molto rilassato, atteggiamento da vacanza, di chi vuole davvero divertirsi”.
E che, a quanto pare, ci è riuscito. Re Carlo Gustavo, nelle sue discese, ha avuto modo di testare degli sci che gli sono stati omaggiati al suo arrivo dalla famiglia proprietaria della ditta Blossom, laboratorio tecnologico che continua la grande e famosa tradizione dei produttori di sci della Valchiavenna. Il patron Franco Moro ha voluto donargli un paio di sci da freeride prodotti per l’occasione, dall’impresa chiavennasca, con tanto di insegne reali e bandiera svedese.
E ora? “Speriamo che arrivino altri clienti illustri – dice Salini -, sulla neve o al crotto Quartino… io mi tengo in allenamento!”.

Tags

Articoli correlati

Un commento

  1. ringrazio l’attenta redazione di Montagna TV.
    Purtroppo si tende sempre a confondere la provincia di sondrio con la Valtellina. Voi avete specificato bene che la Valchiavenna è una valle a sè stante.

    grazie veramente sono commosso.

    VALCHIAVENNA IS NOT VALTELLINA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close