Alpinismo

Ama Dablam, valanga travolge 6 alpinisti

immagine

KATHMANDU, Nepal — Stavano riposando nelle loro tende di campo 3 (6.400 metri di quota). Al sicuro, pensavano. Ma un valanga li ha travolti all’improvviso, nel cuore della notte. Un alpinista inglese, due svedesi e tre sherpa risultano ora dispersi sulle pareti dell’Ama Dablam (6.812 metri).

Duncan Williams (32 anni), Daniel Carlsson (27 anni) e Mikael Forsberg (41 anni) stavano ultimando la scalata dell’ambito picco nepalese con tre sherpa: Tashi Dorje Sherpa, Danurbu Sherpa e Mingmu Nuru Sherpa. Mancava poco al raggiungimento dell’obiettivo: il tentativo di vetta sarebbe probabilmente stato questione di ore, al massimo di giorni.
 
Ma non hanno potuto completare il loro progetto. Una immensa valanga si è abbattuta sul loro campo più alto, sorprendendoli intorno a mezzanotte e trascinandoli con sè sui ripidi pendii della montagna.
 
Il ministro del turismo nepalese, Lok Bahadur Khatri, ha subito inviato un elicottero a battere l’area per trovare gli alpinisti, ma sinora i piloti avrebbero avvistato solo alcune tracce di vestiti.
 
Nel frattempo, proseguono senza sosta le ricerche dei quattro alpinisti francesi dispersi da due settimane nella zona del Paldor Peak (5.896 metri). Il sopralluogo con gli elicotteri non ha dato per ora alcun frutto e una squadra di dieci persone sta ripercorrendo la via di salita sulla parete nord della montagna che, secondo i programmi, i giovani stavano scalando.
 
L’Ama Dablam (nella foto) si trova nell’alta valle del Khumbu, vicino a monte Everest (8.848 metri). La sua forma affilata ed elegante attira ogni anno nella zona molti alpinisti e molti turisti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close