News

La nera estate del Pakistan: 1600 morti dal Karakorum al sud

Il disastro delle alluvioni in Pakistan
Il disastro delle alluvioni in Pakistan

ISLAMABAD – E’ un’estate nera, quella di quest’anno, per il Pakistan. Dal Karakorum, dalle montagne del nord al sud, le alluvioni, le frane e le piogge torrenziali continuano a non dare tregua a una popolazione ormai in ginocchio. In totale si parla di 20 milioni di persone coinvolte e circa 1600 morti. Ma i numeri, che da soli non basterebbero a quantificare gli immensi problemi di tipo economico, sanitario e alimentare che questa tragedia sta aprendo nell’intero Paese, sono comunque provvisori. Solo pochi giorni fa sono stati ritrovati altri 28 morti tra Skardu e il distretto del Ghangche, ma il bilancio è destinato ad aggravarsi.

In questo momento nell’occhio del ciclone sarebbe il sud del Pakistan. Le aree meridionali, in cui nei giorni scorsi si sono rifugiate migliaia di persone provenienti da nord, rischiano ora di subire la stessa sorte toccata di recente al settentrione. L’emergenza infatti si sta spostando nella provincia del Sindh, dove, secondo la stampa internazionale, sono state evacuate 200 mila persone.

Quello che resta dopo le alluvioni
Quello che resta dopo le alluvioni

Le prime zone ad essere state interessate dai monsoni e dalle alluvioni sono quelle a nord del Paese, tra cui i distretti montuosi del Baltistan, quelli di Skardu e di Ghanche, entrambi posti a metà strada tra la catena dell’Himalaya e quella del Karakorum. I villaggi vicini al fiume Indo e i suoi affluenti sono stati travolti dalle piene, mentre al contempo grosse frane di roccia e materia si sono abbattute sui centri abitati ai piedi delle montagne.

Oltre alle centinaia di vittime e di feriti, oltre al numerosi capi bestiame morti, gran parte dei campi coltivati è andata perduta, un dato non poco grave se si pensa che questa regione vive al 90 per cento di agricoltura di sussistenza e di pastorizia. Secondo le prime informazioni, sarebbero 25 i villaggi fortemente danneggiati nel distretto di Skardu, e 20 in quello del Ghanche.

Alluvioni in Pakistan
Alluvioni in Pakistan

Se il rischio alluvioni si sta spostando a sud del Pakistan, resta altissima in tutto il Paese l’emergenza umanitaria. L’Organizzazione mondiale della Sanità lancia l’allarme epidemie e l’Onu avverte che 3,5 milioni di bambini rischiano di contrarre malattie mortali. Secondo il ministro degli Esteri pakistano, Mahmood Qureshi, sarebbero arrivati al momento 800 milioni di dollari di finanziamenti dalla comunità internazionale.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close