• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Primo Piano

A Walter Bonatti la Cittadinanza del Monte Bianco

Walter Bonatti (photo L'eco di Bergamo)
Walter Bonatti (photo L'eco di Bergamo)

COURMAYEUR, Aosta — Courmayeur e Chamonix consegnano a Walter Bonatti la cittadinanza onoraria del Monte Bianco. Il riconoscimento verrà conferito sabato mattina a Punta Helbronner con una semplice cerimonia transfrontaliera. L’alpinista è stato scelto dai due Comuni per aver unito il suo nome a quello del grande massiccio in scalate che hanno fatto la storia, al punto da diventare lui stesso uno dei simboli del monte Bianco.

La cerimonia di consegna avverrà alle 11 sulla Terrazza dei Ghiacciai di Punta Helbronner, alla presenza dei sindaci di Courmayeur e di Chamonix, Fabrizia Derriard ed Eric Fournier. Dopo il primo Piolet d’Or alla Carriera, assegnato allo stesso Bonatti nel 2009, le due comunità ai piedi del Monte Bianco tornano a unirsi nel nome di alcuni valori universali comuni, al di là dei confini geografici, che sono alla base dell’alpinismo classico e dell’identità alpina e di cui l’alpinista è stato e continua ad essere uno dei massimi testimoni.

Bonatti infatti, non è solo un interprete unico della storia, della cultura e dei valori della montagna, ma anche “un amico e un figlio del Monte Bianco”, come lui stesso si è definito in passato. La cittadinanza onoraria, si legge nel comunicato stampa, esprime “la volontà di dare un riconoscimento forte ed istituzionale del profondo legame di affetti che esiste tra l’uomo e le comunità del Massiccio”.

Sabato sera, presso lo spazio dello Chalet del Jardin de L’Ange, è in programma la serata “Walter Bonatti: Avventura senza confini”, condotta da Sandro Filippini della Gazzetta dello Sport: un momento per tutta la comunità per festeggiare insieme l’illustre neo concittadino.

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. Quando lui andava in parete non c’erano i cellulari che ti danno l’illusione della sicurezza sempre e dovunque.Bonatti è stato grande perchè la sua sicurezza era nelle sue grandi capacità e nella sua forza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.