News

Nuova bocca effusiva sull’Etna

immagine

CATANIA — L’Etna torna a farsi sentire. Ieri una lingua di fuoco si e’ formata la notte scorsa sul versante sud dell’Etna, a un’altitudine di circa duemila metri.

Secondo I vulcanologi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Catania, che si sono recati in cima al vulcano per controllare, non è escluso che si tratti di una nuova bocca effusiva oppure di una frattura.
 
Intanto sono stati recuperati all’alba – impauriti ma salvi – i due escursionisti che si erano persi la notte scorsa sull’Etna. I due sono stati ritrovati all’alba dai militari del soccorso alpino della Guardia di finanza di Nicolosi (Catania).
 
I due escursionisti catanesi di 21 e 28 anni, dopo una lunga escursione a caccia di emozioni sul vulcano in attività, avevano perso la strada. L’allarme l’hanno lanciato intorno alle due, con un telefono cellulare. Le Fiamme gialle li hanno individuati circa tre ore dopo in un ripido canalone che conduce da Monte Zoccolaro alla Valle del Bove.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close