Alpinismo

Trentino, grande successo per il raduno Dolomia 2006

immagine

SAN MARTINO DI CASTROZZA, Trento — Le Guide Alpine Aquile  di San Martino di Castrozza e Primiero hanno volato “alto”, con il primo raduno dei gruppi alpinistici delle Dolomiti, organizzato lo scorso weekend. L’evento – d’eccezione, non c’è che dire – è stata l’occasione per immergersi insieme nell’affascinante atmosfera del vero alpinismo e respirare a pieni polmoni la frizzante aria settembrina nello straordinario contesto delle Pale di San Martino.

Tra montagne da vivere e da discutere, la giornata è stata soprattutto un convivio i cui veri protagonisti sono stati i gruppi alpinistici delle Dolomiti, dei quali fanno parte guide alpine,  alpinisti e soccorritori. Oltre alle “Aquile” di San Martino di Castrozza e Primiero, organizzatori di questo primo raduno, erano presenti gli “Scoiattoli” di Cortina d’Ampezzo, i “Catores” della Val Gardena e i “Ciamorces" della Val di Fassa.
 
Erano presenti tutti gli alpinisti della zona, tra i quali spiccano nomi di gran rilievo, e le guide alpine di San Martino di Castrozza e Primiero, dalle più giovani, alle “emerite”.
 
Il Presidente della Provincia di Trento Lorenzo Dellai, in apertura dell’evento, ha elogiato lo spirito con cui è stato proposto il ritrovo, cioè quello di riunire i gruppi di guide alpine che operano nelle Dolomiti, divise invece dal punto di vista amministrativo.
 
Il raduno si è svolto con un programma intenso ed entusiasmante. Sabato 30 settembre, ritrovoalle 7.30 agli impianti Colverde-Rosetta e partenza per una scalata in compagnia sulle 14 migliori vie delle Dolomiti, con itinerario a scelta in base alla proprie caratteristiche fisiche e tecniche.
 
Ce n’era per tutti i gusti: dalla Via Langes al Dente del Cimone (un affascinante 5° grado), allo storico Spigolo del Velo (altro impegnativo 5° grado), fino al 8° della Via “30 ore per la vita” al Mulat Rosetta. Per i meno ardimentosi, la scelta poteva cadere su una delle tre classiche escursioni collettive, dal Rifugio Rosetta alla Val Canali passando per il Rifugio Pradidali, da San Martino al Rifugio del Velo e dall’altopiano della Rosetta al Rifugio Treviso.
 
Alle 16.00 iniziava, presso la Sala Congressi a San Martino di Castrozza, un pomeriggio ricco ed interessante, culminato nel Convegno “Lo sci fuori pista nell’area dolomitica in Trentino, Alto Adige e Veneto – Legislazione, profili amministrativi, responsabilità, esigenze di uniformazione”. Tra i relatori, i magistrati Carlo Ancona e Cecilia Carreri, gli avvocati Ivone Cacciavillani e Luca Gadenz, il Consigliere di Stato Roberto Chieppa e il Presidente del Corpo Nazionale Soccorso Alpino Trentino Maurizio Dell’Antonio. Ha aperto il convegno Othmar Prinoth, Presidente del Collegio Guide Alpine dell’Alto Adige.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close