Foto

Husky in gara tra le vette polari

immagine generica

Quasi duemila chilometri tra i ghiacci dell’Alaska e del Mare di Bering. Su slitte aperte e trainate da splendide mute di husky. Un secolo fa, su questo percorso si correva per fuggire da un’epidemia di difterite e trovare un vaccino. Oggi, per vivere un’eccezionale impresa sportiva: la Iditarod, la corsa di slitte trainate da cani più famosa del mondo.

La Iditarod i sta svolgendo proprio in questi giorni. Le squadre sono partite da Anchorage e devono arrivare a Nome, affrontando le estreme condizioni dell’inverno polare. Devono superare intere catene montuose, fiumi ghiacciati, fitte foreste. La desolazione della tundra e le violente raffiche di vento delle coste oceaniche. I cani portano delle scarpette protettive, e insieme ai padroni si ristorano in diversi villaggi sul percorso grazie a volontari che preparano acqua calda.

Oggi per le mute è il 12esimo giorno di gara. Il primo e finora unico musher che ha completato il percorso è il campione uscente Lance Mackey.

Ma lasciamo il racconto alle splendide immagini che abbiamo raccolto per voi.

[nggallery id=252]

Foto courtesy Corriere.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close