News

Antartide, ai confini della ricerca

immagine

I programma di ricerca francesi e italiani hanno sviluppato una base situata sul plateau antartico, un ambiente che offre opportunità uniche per la scienza. E’ la Stazione Concordia (Dome C) costruita a 3.233 metri di quota.

 

Quota 3.233 metri
Latitudine S 75° 06’
Longitudine E 123° 24’
Location plateau Antartico
Ricerche  Glaciologia, Scienze della terra, Scienze Atmosferiche, Astronomia e Astrofisica, Telerilevamento, Biologia e Medicina

La stazione Concordia si trova sul plateau antartico nel sito denominato Dome C (Cupola C), a circa 1.200 km dalla Stazione Mario Zucchelli a Baia Terra Nova e a 1.100 km dalla Base francese di Dumont d’Urville (DdU). Costruita negli anni Novanta, la stazione ha avuto la sua prima apertura invernale durante la XX Spedizione (08/02/05 – 08/11/05). Nel complesso la Stazione Concordia può ospitare fino a 16 persone nella stagione invernale e 32 in quella estiva.
 
La location della stazione è stata definita sulla base di fattori climatici come la temperatura (media -50,8 °C, minima -84,4 °C), la velocità del vento (3-20 m/sec), la pressione dell’aria (645 hPa), le precipitazioni nevose (2-10 cm/anno), che creano un ambiente unico per importanti rilevazioni e ricerche scientifiche.
 
Ricerca alla stazione Concordia
Il Comitato Direttivo Concordia ha scelto sei aree di ricerca scientifica.
 
Glaciologia
Il Progetto Europeo per il carotaggio dei ghiacci in Antartide (EPICA) ha fornito il più lungo monitoraggio continuo dei cambiamenti atmosferici e climatici grazie alla perforazione di una carota di 3270,2 metri. Un altro interessante aspetto è la presenza di diversi laghi subglaciali.
 
Scienze della terra
Un osservatorio sismico rileverà i terremoti e studierà la struttura interna della Terra. Un osservatorio magnetico renderà possibili studi del campo magnetico terrestre e delle tempeste magnetiche.
 
Scienze dell’Atmosfera
Programmi di studio di scienze dell’atmosfera sull’evoluzione del buco nell’ozono, chimica fisica della troposfera.
 
Telerilevamento
La cupola C è il luogo ideale per la calibrazione e convalida dei sensori satellitari operanti nel visibile e nell’infrarosso. Si studiano i parametri fisici coinvolti nelle interazioni tra le radiazioni elettromagnetiche e la neve.
 
Astronomia e astrofisica
La cupola C è ideale per le osservazioni astronomiche. Le attività italiane hanno aperto la strada all’astrofisica millimetrica in Antartide. La collaborazione franco-italiana apre una nuova e interessante prospettiva. Un nuovo telescopio millimetrico sarà installato durante la prossima estate antartica (dicembre 2006).
 
Biologia e medicina umana
Questi progetti hanno lo scopo di comprendere l’adattamento umano in condizioni ostili, legate al freddo, alla quota e all’isolamento.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close