• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Senza categoria

Alpinismo: Lafaille tenta il Makalu in solitaria invernale

5 novembre 2005 – L’impresa è affascinante quanto estrema. Il famoso alpinista Jean Christophe Lafaille tenterà di realizzare la sua dodicesima salita a un ottomila nell’inverno del 2005/2006. Si tratterà della prima salita invernale in solitaria e senza ossigeno sugli 8481 metri del Makalu, nel Nepal orientale.

 

Diverse spedizioni hanno tentato la salita alla cima del Makalu in invernale, compresa quella di Reinhold Messner, senza esito.

 

Lafaille non è nuovo a questo tipo di esperienze. La sua "prima" in condizioni invernali su un ottomila risale all’11 dicembre 2004 quando il francese salì lo Shisha Pangma, un test per i progetti a venire. La sua capacità di resistenza allo sforzo fisico e mentale in condizioni estreme è stata soddisfacente. In precedenza, alcuni esperti di spedizioni invernali "pesanti" avevano affermato che portare a termine la salita di un ottomila in stile alpino era praticamente impossibile. Con lo Shisha Pangma, Lafaille ha dimostrato il contrario.

 

Lafaille, in passato, ha già realizzato imprese clamorose. Nel 1996 portò a termine in meno di quattro giorni la salita agli ottomila Gasherbrum I e II. Nel 2002, con la salita all’Annapurna dimostrò che era possibile percorrere 15 chilometri sulle creste e restare per quattro giorni all’aria rarefatta, fra i 7200 e gli 8000 metri.  Nel dicembre del 2004, infine ha realizzato la prima salita in condizioni invernali sullo Shisha Pangma, in stile alpino. 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.