News

Antartide, due argentini precipitano in un crepaccio di 200 metri

20 settembre 2005 – Forze militari argentine e cilene stanno cercando di salvare uno scienziato e un marinaio, entrambi argentini, caduti sabato scorso in un crepaccio di 200 metri nella penisola Antartica del Cile.

 

crepaccioSabato mattina i due stavano tornando alla base argentina di Jubany percorrendo il ghiacciaio Collins coperto da una fitta coltre di neve. Il gruppo era composto da cinque argentini su tre motosllitte. Improvvisamente, la prima, con a bordo  lo scienziato Augusto Thibaud e il marinaio Teofilo Gonzalez, è precipitata in un crepa larga una decina di metri. I tre compagni, tutti militari, si sono affacciati sul crepaccio, ma i loro richiami non hanno ottenuto alcuna risposta. Da qui l’allarme per le ricerche.

 

Sul posto è stato inviato un Hercules della Forza aerea argentina con a bordo un team specializzato nel soccorso in zone ghiacciate. «Le possibilità di trovarli ancora in vita non sono molte, ma tenteremo di raggiungerli», ha detto il ministro della difesa, Josè Pampuro. Intanto, l’intera Argentina segue la vicenda in diretta attraverso i media.

 

«Oltre agli equipaggi argentini e cileni – ha aggiunto il ministro – sul luogo sono arrivati anche elicotteri uruguayani e nordcoreani dalle basi vicine. Ma, per ora, nessuno è riuscito ad entrare in contatto con i due dispersi».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close