Alpinismo

Belluno, assegnato il Pelmo d’Oro 2006

immagine

FELTRE, Belluno — Con la manifestazione di sabato a Feltre, in provincia di Belluno, le edizioni del Premio "Pelmo d’Oro" hanno raggiunto quota nove. Un’artistica riproduzione del monte Pelmo, opera dello scultore Gianni Pezzei, è stata consegnata come riconoscimento di particolari meriti acquisiti da persone, enti pubblici e privati nell’ambito dell’alpinismo e della valorizzazione dell’ambiente montano.

Istituito nel 1998 con la collaborazione del Club Alpino Italiano, il Premio ha lo scopo di valorizzare la cultura alpina delle Dolomiti bellunesi. Per quanti si identificano nei valori dell’alpinismo e della montagna, il "Pelmo d’Oro" rappresenta un riconoscimento di livello assoluto.
 
Sabato scorso si è tenuta la cerimonia di premiazione presso l’Istituto Canossiano di Feltre, accanto alla stazione ferroviaria. Quest’anno il premio per l’alpinismo in attività è andato a Ivo ferrari, alpinista dotato di eccezionale tempra che ha esaltato il nome e la conoscenza di alcune fra le più difficili pareti delle Dolomiti bellunesi.
 
Il Premio per la carriera alpinistica è toccato al Gruppo Rocciatori CAI Feltre che è riuscito a realizzare una vasta attività alpinistica nei gruppi delle Vette, Cimonega, Pizzocco e Monti del Sole, dando un notevole contributo alla loro conoscenza.
  
Il Pelmo d’Oro per la cultura alpina è stato assegnato a Robert Striffler, appassionato studioso della storia militare d’alta montagna che ha descritto la guerra di mine che, durante la prima Guerra Mondiale, ha interessato il cuore delle Dolomiti bellunesi. 
 
Andy Holzer e Erik Weihenmayer hanno ricevuto la Menzione Speciale Pelmo d’Oro 2006. Entrambe non vedenti e con un’immensa forza morale, rappresentano un grande esempio per tutti. Holzer ha affrontato diverse arrampicate nelle Alpi e nelle Dolomiti bellunesi. Weihenmayer, invece, ha portato a termine la grande impresa di scalare i Seven Summits, le vette più alte dei sette continenti.
 
Infine, il Premio Speciale Pelmo d’Oro 2006 ha visto protagonista l’Associazione Internazionale "Dino Buzzati", in memoria di Nella Giannetto che ha diffuso l’opera e la conoscenza dello scrittore in tutto il mondo.
 
Greta Consoli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close