Curiosità

Sei un perfetto Bear Grylls? Ecco gli accessori che fanno al caso tuo

È stato il più giovane britannico a scalare l’Everest, ha servito nelle forze speciali britanniche e da sempre fa parte degli scout. La sua specialità è mostrare come si possa sopravvivere in un ambiente estremo usando solo pochi indispensabili e spesso insoliti accessori. Vediamo insieme gli accessori che non possono mancare nello zaino per essere pronto a ogni sfida, in stile Bear Grylls.

L’acciarino

Uno strumento fondamentale per accendere un fuoco in condizioni critiche. Formato da una piastrina in acciaio temprato e da una pietra focaia che, sfregando, generano scintille grazie a cui accendere un’esca. Rappresenta uno dei metodi più efficaci per accendere il fuoco, data la sua capacità di funzionare anche sotto la pioggia, in mezzo alla neve, in ambienti umidi, sotto forti raffiche di vento o temperature estreme.

Braccialetto survival

Braccialetto formato da un cordino intrecciato che può essere smontato ottenendo circa 2 metri di resistente cordino da utilizzare nelle mansioni più svariate.

Pinza multifunzione

Indispensabile, non solo in montagna ma anche in città. Con questo attrezzo multifunzione si possono svolgere molteplici compiti. Avvitare, tagliare, segare, limare e altre operazioni fondamentali.

Borraccia morbida

Occupa poco spazio e può essere utile sia durante una normale escursione che in situazioni di emergenza. Un oggetto che ci si dimentica di avere nello zaino, fin quando non diventa fondamentale portare una riserva di acqua maggiore rispetto al solito. Vuota è talmente compatta da occupare solo pochi centimetri di spazio, piena può contenere mezzo litro, un litro o due di acqua a seconda della capienza scelta.

Fornelletto ad alcool

Ultraleggeri i fornelletti ad alcool pesano solitamente meno di 100 grammi e rappresentano un fidato compagno d’avventura in caso di emergenza. Nel momento di necessità li si monta rapidamente, si riempie il serbatoio con circa 100 millilitri di alcool e ci si può preparare una bevanda calda grazie a cui reidratarsi.

Tags

Articoli correlati

2 Commenti

  1. Ma è un articolo serio?
    No perchè se è così vi siete assolutamente dimenticati di inserire la bacchetta magica e la pozione di Asterix.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close