Outdoor

Sergi Mingote. Un viaggio a pedali tra le 14 vette più iconiche d’Europa

Sergi Mingote, costretto dal lockdown a interrompere il suo progetto di salita dei 14 Ottomila in 1000 giorni, non ha perso tempo a ideare una nuova sfida in cui lanciarsi. Nelle scorse settimane ha dato il via ad un progetto dal titolo “Olympic Route”. Un sogno olimpico che lo vedrà affrontare in bicicletta 7200 km in 60 giorni, attraverso 10 Paesi europei. Non mancheranno le vette da scalare, tra cui le 14 più iconiche del Vecchio Continente.

Partenza dai Pirenei

La nuova avventura è iniziata il 22 giugno scorso nello Stadio Olimpico di Barcellona. Nelle prime tappe Mingote ha attraversato i Pirenei catalani, Andorra e i Pirenei aragonesi. Luoghi candidati ad ospitare i Giochi Olimpici Invernali PIRIBCN30, di cui il catalano è ambasciatore. Durante il percorso attraverso i Pirenei, l’atleta si è cimentato nella salita di importanti cime tra cui il tetto delle Catalogna, la Pica d’Estats, la vetta più alta del Principato di Andorra, la Comapedrosa, e il tetto dell’Aragona e dei Pirenei, il Monte Aneto.

Tappa italiana. Dalla Sardegna alle Alpi

Dopo 15 prime tappe, quasi 1000 km di percorso e 10 vette dei Pirenei, la scorsa settimana Mingote è approdato in Italia, per dare inizio alla traversata della Penisola, partendo dalla Sardegna. Le prossime tappe lo vedranno raggiungere la Valle d’Aosta, dove fermerà la bicicletta per scalare gli oltre 4.000 metri del Gran Paradiso. “Arriverò a Torino e da lì inizierò la parte più montuosa della Strada Olimpica – spiega il catalano – . Il Gran Paradiso nelle Alpi, le vette del Cristallo e la cima del Mezzo, nelle Dolomiti, saranno i punti cardine della mia visita in Italia”.

I collegamenti tra le montagne delle Alpi e le Dolomiti saranno effettuati con i mezzi pubblici e con un veicolo elettrico, per mantenere l’impronta di carbonio al mimino. Dopo aver attraversato la Svizzera e raggiunto Cortina d’Ampezzo, Sergi Mingote si dirigerà poi verso Venezia. Da lì inizierà a scendere verso Ancona per prendere il traghetto che lo accompagnerà nelle terre croate. Il suo viaggio proseguirà attraverso la Bosnia ed Erzegovina, il Montenegro, l’Albania. Termine dell’avventura sarà segnato dall’arrivo in Grecia, sulla vetta del Monte Olimpo, la cima più alta del Paese cara agli dei.

Una sfida che mescola montagna, bicicletta e sostenibilità in parti uguali, affrontata seguendo un mantra dai toni decisamente Disney: “Se puoi sognarlo, puoi farlo!”.

Tags

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close