AlpinismoAlta quota

Sir Chris Bonington cerca volontari per una spedizione sull’Everest

Alla veneranda età di 85 anni, Sir Chris Bonington ha negli scorsi giorni annunciato di voler intraprendere una spedizione sull’Everest, per la quale è alla ricerca di volontari. Una sfida per affrontare la quale non serve in realtà esperienza d’altissima quota, in quanto si svolgerà da casa.

Nessun colpo di testa insomma. Trattasi di una challenge a scopo solidale, finalizzata a raccogliere fondi per il Nepal, Paese caro all’alpinista britannico, la cui economia ha profondamente risentito del lockdown sopraggiunto in concomitanza con la stagione alpinistica primaverile.

All’avventura homemade, presentata attraverso un simpatico video diffuso sulla sua pagina Facebook ufficiale, Sir Bonington ha invitato a unirsi altri amici. La breve registrazione, a cura dell’amata Loreto, lo vede impegnato nella salita delle scale di casa, in abbigliamento tecnico da alta quota. Sketch che non poteva che concludersi con l’esilarante esclamazione “sto già sudando”.

I commenti al video non sono tardati ad arrivare. C’è chi si complimenta con un “Sir Chris sei una leggenda!”. E ancora, “ben fatto”, “nulla ti può fermare”. Per certo, il premio ironia va al figlio Joe che esclama: Bel lavoro papà. Qualche punto extra se scendi scivolando sul sedere come facevamo da bambini nei sacchi a pelo”.

Tags

Articoli correlati

2 Commenti

  1. Annni fa avevo iniziato pratica simile sulle scalinate di uno stadio di calcio accessibili liberamente ai cittadini in giorni feriali..meglio in giornate fredde o fresche Pure in estate esisteva una finestra oraria con ombra regalata da ampia tettoia.Terminate le scale si poteva anche praticare skiroll su pista ovale di 400 metri…Ora e’tutto chiuso al pubblico…riservato solo agli atleti tesseratie chissa’ quando si potra’ ricominciare…intanto glianni passano.
    Come esiste un Nordic Walking soft ed uno hard, pure sulle scale ci sono passi e stili ed esercizi in crescendo di fatica. sempre prima un controllo medico.Beati in Germania che hanno pista sci fondo di neve artificiale, indoor e alimentata da foto voltaico. Se non ci fossero barriere finanziarie e per spostamenti tra stati, ci sarebbe l’inverno Neo Zelandese..
    Per le scalinate consiglio:
    http://www.rawtraining.eu/metodi-e-programmazione/affondi-sulle-scale/

  2. Aggiunta..a Trieste ci sono lunghe scalinate o salite parecchio inclinate.. con visione sul mare….e chissa’ quante altre in altre citta’…al limite i grattacieli o palazzoni o chiese (a Roma Campidoglio, Aracoeli..ecc)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche

Close
Back to top button
Close