• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Primo Piano

Giornata Mondiale della Felicità: camminare in montagna rende felici

trekking, giornata mondiale della felicità, montagna, felicità

Oggi si celebra la Giornata Mondiale della Felicità e cosa rende più felici del camminare in montagna?

A dirlo non siamo solo noi, che ammettiamo essere un po’ di parte, ma anche alcune ricerche scientifiche che hanno dimostrato che camminare nella natura abbassa lo stress e stimola la produzione di endorfine, che sono responsabili della sensazione di benessere. Insomma, rende felici.

Le ricerche sono effettuate dalla University of Michigan e dalla britannica Edge Hill Universityin e pubblicate sulla rivista scientifica Ecopsychology. I ricercatori hanno preso in considerazione 2000 persone coinvolte nel “Walking for Health Program” britannico.

A confermare i risultati anche un’altra ricerca britannica condotta dal Social Economic and Geographical Sciences Research Group presso il James Hutton Institute di Aberdeen, in Scozia, che ha dimostrato come anche piccole passeggiate nella natura, effettuate con regolarità (almeno 3 volte a settimana), possono abbattere i livelli di stress.

In questa direzione si è mosso il sistema sanitario scozzese che ha messo in atto un programma, Nature Prescriptions, in cui le terapie tradizionali, in caso di malattie croniche quali ansia, depressione, diabete e ipertensione, sono associate a prescrizione di “dosi” di natura.

Articolo precedenteArticolo successivo

6 Comments

  1. verissimo! mai provato gioia più grande..un infinito grazie a mio marito che mi ha fatto conoscere e amare le montagne

  2. Abitando in montagna o andandoci in gita ,magari in seconda casa, e poi soggiornando in centro cittadino dotato di tutti i servizi?La tipologia cambia.Chi risiede stabilmente, migliora la salute e si sente felice, quando tutto va per il verso giusto.Quando cominciano acciacchi o si ha bisogno si servizi, inizia la spola.Per non parlare del costo della vita maggiorato..che fa allontanare i dipendenti pubblici addetti ai servizi, a stipendio fisso uguale a tutte le latitudini della Nazione.Ho sperimentato di persona..ho potuto confrontare e..il meglio sarebbe la casa affittata dove si desidera a periodi..non troppo brevi. .

  3. Farsi una camminata in montagna penso è una delle cose più belle, qui nel Canavese abbiamo il Grande Paradiso, con dei posti stupendi. Massimo relax!

  4. Purtroppo soffro perché per vari motivi ci vado troppo di rado in montagna a camminare. In media solo una settimana all’anno. Ma aspetto quella settimana tutto l’anno. 🙂

  5. Se possibile, sarebbe meglio anticipare un soggiorno montano con allenamento…a far scale di palazzo ripetute o salite e discese dove se ne trovano…o tapis roulant inclinato.Sul web:”allenamento su scale”..anche con i bastoncini nordic.Il rischio di un mancato allenamento e’ sprecare il periodo di vacanza per affanno cardiorespiratorio e dolori muscolari…e sovrappeso che costituisce uno zaino naturale sempre addosso.Un tempo consigliavano purga appena arrivati…in zona gite.

  6. che bella la “mia” ARERA e capanna 2000 li’ di fianco…. quando salgo li’ mi rigenero per un bel po’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.