Alpinismo

“Vajisti route”, una nuova via nelle Piccole Dolomiti

“Vajisti route” è il nome della nuova linea aperta da Tarcisio Bellò e Nicola Rinaldo nelle Piccole Dolomiti.

Non solo una via, ma anche una meravigliosa esperienza alpinistica ed un’arrampicata che suggella anche una bella amicizia fra compagni di cordata.

Il nome ‘Vajisti Route’ ha lo scopo di esprimere la visione degli arrampicatori di misto invernale che si avvalgono di piccozze e ramponi sfruttando tutte le possibilità offerte dalle Piccole Dolomiti. Un approccio tecnico che entrambi gli scalatori già da due anni cercano di trasmettere attraverso le serate di ‘Avviamento al Vajo che Passione’.

 

Gruppo del Fumante – Piccole Dolomiti
Tarcisio Bellò, Nicola Rinaldo, 18 marzo 2017

Unendo rigole di neve e ghiaccio a due pendii nevosi il percorso si conclude risalendo una parete quasi verticale e infine la cresta sempre con bella arrampicata, ben proteggibile a friend e chiodi. 
La via presenta difficoltà massime di IV, IV+, sul quarto tiro per collegarsi al secondo nevaio, e sul tiro finale che conduce in cresta per risalire un breve tratto verticale, per il resto impegno abbastanza omogeneo e vari tratti di III che richiedono buona tecnica e capacità di individuare i punti dove proteggersi.
Lasciati tre chiodi alle soste e due vecchi chiodi di Ruggero Daniele e Giannino Scorzato della via dello Spigolo Nord realizzata da il 22 dicembre 1974. Complimenti per la loro scalata invernale in cui sicuramente avranno incontrato difficoltà anche maggiori delle nostre.
Dall’antecima della Guglia Berti si scende in doppia, meglio fare due tratti da 35-40 m per ritornare al pendio del Prà degli Angeli.
 

Tags

Articoli correlati

2 Commenti

  1. Grazie alla redazione di Montagna TV. 🙂
    Per ripetere la via, da Recoaro Terme si va in auto al rifugio Campogrosso, a piedi si segue il sentiero europeo fin sotto alla Guglia Berti e si risale il pendio del Prà degli Angeli fino a individuare il camino di attacco (circa 50 min.)…

  2. esempio di bella avventura alle porte di casa …ormai l’Himalaya non fa piu’ notizia e svuota il portafoglio.Senza uscire dai confini di Veneto o Trentino o Friuli…. c’è tanto da fare e vedere che non basta una vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close