Cronaca

Base jumping: schianto sul Sass Pordoi

immagine

CANAZEI, Trento — Shane McConkey, una leggenda nel mondo dello sci estremo, passato alla storia anche per essere stata la controfigura di James Bond, è morto ieri pomeriggio durante un lancio di base-jumping con gli sci. Si trovava sul Sass Pordoi, in Val di Fassa, per girare un nuovo film. Ma purtroppo è andata male: uno sci non si è staccato, McConkey ha iniziato a roteare su se stesso e il paracadute non si è aperto. Un volo di 600 metri prima dello schianto.

Una tragedia documentata dalla telecamere, che si trovavano lì per riprendere le eccezionali acrobazie del base-jumper canadese, e che invece hanno finito per filmare una morte in diretta. Proprio i video girati sono serviti per capire le dinamiche dei fatti.
 
"Dopo il salto ha fatto un doppio back flip – ha spiegato alla stampa JT Holmes, che era con McConkey al momento dell’incidente e che ha rivisto le riprese -. Aveva degli attacchi particolari, del tipo che si sgancia quando sei in aria, e poi indossava la tuta alare. Ma uno degli sci non si è staccato".
 
"Quando questo succede la resistenza aerodinamica degli sci ti fa girare su te stesso, e gli sci si ribaltano sulla testa – ha continuato Holmes -. Lui stava combattendo con uno sci. E’ entrato in questo pericolosissimo movimento rotatorio, e probabilmente non ha nemmeno potuto tirare il cordino del paracadute".
 
La causa dell’incidente sarebbe quindi la combinazione dello sci, con il movimento rotatorio e la mancata apertura del paracadute. "Perchè non riesci a lanciarlo il paracadute in una situazione del genere – ha concluso Holmes -. Se lo lanci quando sei capovolto, e si impiglia allo sci, sei finito".
 
L’incidente si è verificato ieri pomeriggio alle 17.30 sulla parete ovest del Sass Pordoi, nelle Dolomiti di Fassa. McConkey era con un altro base-jumper, sceso prima di lui incolume fino a valle. Saliti con la funivia dalla valle Lasties fino a 2.950 metri, sono  scesi alla Grande Cengia del Pordoi, appena sopra il Pian Schiavaneis, a quota 2.750 metri, per poi spiccare il volo da qui.
 
E’ precipitato nel vuoto per 600 metri prima di schiantarsi al suolo a 2.160 metri di altezza, provocando un buco nella neve di circa due metri. Immediato l’intervento del Soccorso alpino di Canazei, che purtroppo non ha potuto che constatarne la morte.
 
Shane McConkey era nato il 30 dicembre del ’69 a Vancouver, nel British Columbia, in Canada. Sciatore freestyler, famoso in patria e all’estero per le sue performance estreme, non ultime quelle realizzate da controfigura di James Bond, è diventato una leggenda per aver saputo combinare il base-jumping con gli sci.
 
                                      
Valentina d’Angella
 
 
 
Ecco il video, preso da Youtube, che riprende Shane McConkey in azione, durante alcuni salti eccezionali.
 
 
 
 

     

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close