Alpinismo

Broad Peak: fallito tentativo di vetta

immagine

ISLAMABAD, Pakistan — Non è andata, sul Broad Peak. Artur Hajzer e compagni, partiti venerdì dal campo base per il tentativo di vetta, hanno dovuto rinunciare all’altezza di campo 3. Gli alpinisti hanno dovuto piegarsi di fronte alla violenza del vento dopo tre notti insonni e quattro giorni di scalata "in condizioni infernali".

Hajzer e i compagni, Don Bowie e Robert Szymczak, hanno raccontato di aver dormito in sei, con i portatori, dentro l’unica tenda rimasta in piedi a campo 2. Non hanno mollato, provando a proseguire verso l’alto, ma il meteo non è girato a loro favore.

"Avevano previsto un calo del vento a 50 chilometri orari – raccontano gli alpinisti impegnati sul Broad Peak – ma la bufera non ha dato tregua. Siamo riusciti a stento a montare le tende del secondo campo e il giorno dopo ad arrivare a campo 3. Uno dei nostri portatori aveva le mani congelate. Ritirarsi era l’unica soluzione".

Ora gli alpinisti si trovano tutti al campo base. Nessuna notizia, però, riguardo i programmi futuri: nuovi tentativi di vetta saranno difficili, ma non sono esclusi.

Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close