• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Sport

Ali in carbonio per sorvolare la Manica

immagine

LONDRA, Gran Bretagna — Altra impresa da brivido per il pilota svizzero Yves Rossy, che qualche mese fa aveva sorvolato le Alpi con piccole ali in carbonio da lui stesso brevettate. Ora il temerario "Fusion man", come viene chiamato nell’ambiente, vuole sorvolare l’intero Canale della Manica. Ci proverà domani a mezzogiorno, sotto gli occhi puntati delle telecamere del National Geographic channel e di migliaia di appassionati.

Rossy, indossando tuta ignifuga e zaino a cui sono fissate le sue ali di carbonio, si getterà da un aeroplano a circa 2500 metri di quota, in linea d’aria sopra il porto di Calais. Da lì proseguirà, aiutato da quattro piccoli motori a propulsione, fino a raggiungere i cieli di Dover, in Gran Bretagna.
 
Partendo da una velocità di 300 chilometri orari, Rossy dovrebbe sorvolare la Manica in dodici minuti circa, variabili a seconda delle condizioni meteorologiche e dei venti che incontrerà durante il volo. 
 
Fondamentale, al momento della partenza, la direzione da assumere. Le piccole ali, che hanno un’apertura di soli 3 metri, non hanno infatti parti mobili e per il pilota sarà pressochè impossibile manovrarle in volo. Inoltre, Rossy avrà a disposizione soltanto 30 litri di benzina che, a quanto pare, bastano appena per percorrere i 35 chilometri del canale.
 
E in caso di emergenza? Niente paura, ci sono i paracadute. Rossy ne avrà ben due. Uno per lui, l’altro per le sue preziose ali. Il volo, comunque, sarà seguito da vicino da un elicottero carico di giornalisti.
 
Rossy, 49 anni, aveva compiuto diversi voli di prova sulle Alpi e apportato piccole modifiche alle ali per arrivare preparato all’appuntamento con il Canale della Manica, che sognava di sorvolare da tempo. In passato, è più volte entrato nel Guinnes dei primati per le altezze record da cui si è lanciato. Nel suo volo più incredibile è rimasto a 3000 metri per 12 chilometri, volando fra le nuvole.
 
A quanto pare, poi, non ha nessuna intenzione di smettere. "Dopo la Manica, sogno di sorvolare il Grand Canyon" ha detto Rossy all’Associated Press.
 
Sara Sottocornola
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.