Sport

Skyrace: nubifragio sulla 4 luglio

immagine

CORTENO GOLGI, Brescia — Trionfo bergamasco alla skyrace del Sentiero 4 luglio, conclusa ieri pomeriggio sotto un violento nubifragio che ha distrutto gli archi gonfiabili dell’arrivo nella frazione di Santicolo. Tra gli uomini, vince su tutti Paolo Gotti, mentre tra le donne si registra un bell’ex-aequo tra la bergamasca Pierangela Baronchelli e la francese Corinne Favre, che tagliano il traguardo mano nella mano.

Il cielo era sereno quando i trecento iscritti alla gara sono partiti da Corteno Golgi, intorno alle sette del mattino. Poi è andato via via scurendosi e, mentre i primi tuoni annunciavano l’arrivo del temporale, gli atleti in gara per la mezza maratona riuscivano a tagliare il traguardo evitando la pioggia.
 
Vento e acqua si sono scatenati sui primi atleti della maratona all’altezza del Bivacco Davide, 2.600 metri di quota, dove il freddo ha messo in fuga quasi tutti gli appassionati saliti lassù per assistere alla kermesse.
 
Numerosi i ritirati. I primi atleti sono riusciti comunque a chiudere la gara senza grossi problemi, mentre quelli più indietro hanno dovuto affrontare un vero e proprio nubifragio prima di raggiungere il Piz Tri. La gara si è comunque chiusa senza alcun incidente, anche grazie ai volontari del Soccorso Alpino e dell’organizzazione che hanno garantito la sicurezza sul percorso.
 
Il primo a tagliare il traguardo della maratona è stato Paolo Gotti della Valetudo Skyrunning Italia con un tempo di 4 ore 25 minuti e 06 secondi, seguito in un paio di minuti dai trentini Luca Miori e Paolo Lager. Al femminile trionfa la solidarietà: la Favre e la Baronchelli vincono in ex-aequo in 5 ore 29 minuti e 09 secondi, seguite dalla valsesiana Emanuela Brizio.
 
La mezza maratona ha visto invece la vittoria del forestale Emanuele Manzi in 2 ore e 5 secondi, seguito a due minuti dal valdostano Dennis Brunod, dell’esercito, e a tre minuti dal valtellinese Davide Spini. Vince la gara femminile la valdostana Gloriana Pellissier in 2 ore, 30 minuti e 21 secondi, seguita da Silvia Cuminetti e Raffaella Rossi.
 
Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close