Alpinismo

Alpinismo in lutto: è morto Marco Forcatura

ROMA — Lutto nel mondo dell’alpinismo. E’ scomparso oggi, in drammatiche circostanze, Marco Forcatura, uno degli alpinisti più noti del centro Italia, nonchè vicepresidente del Collegio nazionale delle guide alpine.

Stando alle ricostruzioni, Forcatura si sarebbe spento questa mattina, a soli 47 anni, nei pressi dell’autostrada che conduce a L’Aquila. La macchina è stata ritrovata abbandonata sulla corsia di un ponte, il suo corpo nel precipizio sottostante. Recuperato nelle scorse ore, dovrà ora essere sottoposto ai debiti accertamenti della magistratura incaricata di chiarire le circostanze della tragedia.
 
Grande il dolore di tutta la comunità alpinistica, che, in questo momento di sconcerto, si stringe attorno al ricordo di un alpinista di cui oltre all’abilità tecnica colpiva il buonumore, e rimanda a tempi più consoni ogni commento. Montagna.org e Montagna.tv si uniscono al cordoglio.
 
Guida alpina dal 1986, Forcatura era anche presidente del Collegio Regionale d’Abruzzo. Nato a Roma, ha scoperto l’arrampicata a 15 anni sui muri della città. Le prime vere esperienze di roccia arrivano sul Gran Sasso e in Dolomiti, poi nelle Alpi Occidentali. Alla fine degli anni Ottanta il battesimo in Karakorum, dove compie la prima ripetizione e la seconda ascensione assoluta della via dei Giapponesi al Latok III (6950 metri). Forcatura, poi, ha fatto parte della spedizione K2 2004  e della spedizione all’Ama Dablam cui ha partecipato anche l’ex ministro Gianni Alemanno.
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche

Close
Back to top button
Close