Parchi

Geologia dell’Adamello Brenta, apre la nuova Casa del “Geopark”

Parco Naturale Adamello Brenta  (Photo www.parks.it)
Parco Naturale Adamello Brenta (Photo www.parks.it)

STREMBO, Trento — Sarà inaugurata il 19 luglio alle ore 17 la nuova Casa del Parco “Geopark” di Carisolo dedicata alle grande varietà di rocce e ambienti geologici dei due massicci montuosi che hanno permesso nel 2008 al Parco Naturale Adamello Brenta di essere riconosciuto come “Geoparco” a livello internazionale.

Per onorare queste eccezionali peculiarità geologiche, il Parco apre così a tutti i visitatori, non solo agli appassionati di Scienze della Terra, la possibilità di scoprire e comprendere un tema a volte non semplice, attraverso plastici, diorami, esperimenti interattivi e postazioni multimediali. Punto di forza dell’esposizione è la ricostruzione fedele di una grotta carsica con suoni e rumori reali, ma sono molte le installazioni sperimentali presenti, per esempio si possono vedere numerosi video e riprese aeree su maxischermo, trote e salmerini negli acquari che ricreano la vita nel torrente e nel lago, la dinamica di creazione delle marmitte dei giganti, una selezione di minerali e fossili da esaminare sotto una lente scorrevole e si può manovrare con un joystick il sorvolo virtuale delle cime e delle valli del Parco.

Il 19 luglio sarà anche la giornata di apertura della rassegna “Sui passi dei grandi pionieri a 150 anni dalla conquista: Adamello, Presanella, Brenta” organizzata in collaborazione con il Comune di Carisolo, l’ApT Madonna di Campiglio – Pinzolo – Val Rendena, la Pro loco di Carisolo, la Fondazione Maria Pernici – Antica Vetreria e l’Accademia della montagna del Trentino. La rassegna ha posto in calendario fino al 18 settembre numerosi appuntamenti tra trekking, concerti, incontri culturali, approfondimenti che si terranno parte a Carisolo e parte a Madonna di Campiglio, sia nei centri abitati che in quota.

Durante l’inaugurazione della Casa sarà aperta anche la mostra fotografica “Centocinquanta. 1864 – 2014: la nascita dell’alpinismo in Trentino” realizzata per il Filmfestival della Montagna su iniziativa della SAT – Biblioteca della Montagna e che rimarrà esposta alla Casa del Parco fino al 2 agosto quando sarà sostituita dalla mostra fotografica UNESCO “Dolomiti. Arte nella Natura”. A chiudere l’inaugurazione sarà presentato il libro “Ad est del Romanticismo. 1786 – 1901: alpinisti vittoriani sulle Dolomiti” a cura degli autori Fabrizio Torchio e Riccardo Decarli.

La Casa rimarrà aperta fino al 14 settembre secondo i seguenti orari: tutti i giorni 14 – 18 – 20 – 22. Il costo dell’ingresso è simbolico (1 Euro) mentre è gratuito per i possessori di ParcoCard e DoloMeetCard, per i bambini fino ai 12 anni accompagnati, per chi presenta ricevuta di un parcheggio/bus navetta/trenino/attività del Parco e per i residenti in uno dei 39 Comuni del Parco.

Info www.pnab.it

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close