Sport

Record: Brunod sull’Avic in 1 ora e 12

immagine

AOSTA — Un’ora e dodici minuti. Ieri mattina, Dennis Brunod ha superato sè stesso sulle pendici del Mont Avic: ha segnato il record di salita abbattendo di quattro ore il tempo standard di percorrenza del sentiero e di ben venti minuti i tempi segnati durante l’allenamento.

C’erano decine di persone, ieri mattina a Chevrere, sul piazzale dell’Hotel Parc Mont Avic. Hanno applaudito il 29enne skyrunner alla partenza, ma forse nessuno di loro si aspettava una tal performance.
 
Brunod si è letteralmente "bevuto" la salita, peraltro molto tecnica in alcuni punti, arrivando sui 3.006 metri del Mont avic in 1 ora, 12 minuti e 42 secondi. La media è spaventosa: quasi trecento metri di dislivello ogni dieci minuti.
 
In allenamento aveva segnato tempi intorno all’ora e quaranta, che già erano sembrati di alto livello. Ma durante la salita ufficiale, assistito da Bruno Brunod, Marino Giacometti, e Diego Veulliermoz, il campione valdostano ha dato il tutto per tutto.
 
Ha salito i 1.740 metri di dislivello che lo separavano dalla cima in un quinto del tempo stimato per un un escursionista esperto, segnando il primo record di velocità della sua carriera di skyrunner.
 
Una curiosità: durante la salita, Brunod ha mantenuto una frequenza cardiaca media di 189 battiti al minuto.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close