Sport

Rock Master: primi Puigblanque e Eiter

immagine

ARCO, Trento — Ramon Julian Puigblanque e Angela Eiter si riconfermano campioni del Rock Master, che si è concluso ieri ad Arco. Ottima gara per Flavio Crespi, arrivato secondo. L’atleta italiano, davvero per poco, non ha portato il primo titolo all’Italia.

Erano 6000 gli spettatori riuniti ad Arco ieri per il gran finale della 21esima edizione del Rock Master, la competizione internazionale di arrampicata. E davvero valeva la pena esserci, visto lo straordinario spettacolo che la gara ha regalato al pubblico.
 
Lo spagnolo Puigblanque si è riconfermato campione per il terzo anno di fila, ed è stato l’unico atleta a completare la via, sia nella prova-a vista sia in quella lavorata. Ma il varesino Flavio Crespi lo ha inseguito fino alla fine: ha sfiorato l’ultima presa ma non è riuscito a trattenerla, ed è arrivato secondo.
 
un peccato per l’arrampicatore italiano, che se avesse vinto, avrebbe dato all’Italia per la prima volta il titolo del Rock Master. "Ci riproverò – ha dichiarato – anche per il fantastico pubblico che mi ha sostenuto".
 
Tra le donne prima classificata è stata Angela Eiter, che ha collezionato così il suo quarto titolo in cinque partecipazioni ad Arco. L’austriaca è ora a un soffio dal record delle cinque vittorie, detenuto ad oggi da Francois Legrand e dalla "regina" Lynn Hill.
 
Al secondo posto si è qualificata invece la gran rivale della Eiter, la slovena Maija Vidmar, che ha realizzato il suo migliore risultato al Rock Master.
 
 
 
Valentina d’Angella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close